L'India introduce una quarantena obbligatoria di due settimane per tutti i turisti

0 247

Il Ministero della Salute indiano ha inasprito le regole di ingresso. A partire dall'11 gennaio, tutti gli stranieri che si recheranno in India, indipendentemente dallo stato di vaccinazione, saranno mandati in isolamento. Lo riporta il portale Times of India con riferimento all'ordinanza dell'agenzia.



Ora i turisti devono trascorrere una settimana in hotel. È possibile utilizzare l'infrastruttura alberghiera, ma i passeggeri non possono lasciare il proprio alloggio. L'8° giorno devi fare il test PCR e caricarne i risultati su uno speciale portale di Air Suvidha.

Se il turista avrà esito negativo potrà continuare la sua vacanza senza restrizioni, i contagiati verranno rianalizzati e curati nella sezione di isolamento secondo le norme vigenti.

Inoltre, alcuni stranieri in arrivo in India sono in attesa del test obbligatorio a pagamento in aeroporto. I servizi locali sceglieranno i passeggeri che dovranno superare il test PCR. Sono esentati dalla procedura i bambini di età inferiore ai 5 anni.

Si segnala che a Goa, a causa dell'aumento dei casi di infezione da COVID-19, è stato istituito il lockdown notturno. I turisti non possono lasciare l'hotel dalle 23:00 alle 6:00. Le autorità non hanno ancora specificato per quanto tempo sarà imposta la restrizione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.