L'Irlanda rinuncia a tutte le restrizioni di viaggio relative al COVID-19

0 361

L'Irlanda ha abbandonato tutte le restrizioni di viaggio dovute al Covid-19. L'allentamento delle regole è entrato in vigore il 6 marzo, inclusa la rimozione del Covid-19 Passenger Location Form (PLF).

Annunciando i cambiamenti, il governo di Dublino ha dichiarato: “Da domenica 6 marzo 2022, i viaggiatori in Irlanda non devono mostrare la prova della vaccinazione, la prova di guarigione o un test PCR negativo all'arrivo.

"Non ci sono test post-arrivo o requisiti di quarantena per viaggiare in Irlanda. Chiunque sviluppi sintomi di COVID-19 mentre si trova in Irlanda dovrebbe seguire le indicazioni dell'Health Services Executive in merito all'isolamento ed eseguire test antigenici o PCR, a seconda dei casi..

A partire da domenica 6 marzo 2022, i passeggeri in Irlanda non dovranno più compilare un modulo di localizzazione dei passeggeri Covid-19. I passeggeri non saranno tenuti a controllare una ricevuta PLF prima di recarsi in Irlanda. "

Le modifiche hanno portato a un aggiornamento sui consigli di viaggio del ministero degli Esteri, che recitava:Se viaggi in Irlanda domenica 6 marzo 2022, non è necessario fornire alcuna prova di vaccinazione, prova di guarigione, prova di test negativo o localizzatore di passeggeri irlandesi.".

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.