Austrian Airlines volerà un Boeing 777-200ER a Creta, in Grecia

0 162

Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<< per il volo
ritardato o annullato! Puoi ottenere fino a 600€!

A causa dell'elevata domanda, Austrian Airlines sta aumentando la capacità di trasporto per i voli per Heraklion - Creta, Grecia. Pertanto, dal 24 luglio, per sette sabati consecutivi, saranno operati voli con aeromobili Boeing 777-200ER.

Nell'attuale stagione estiva, Austrian Airlines ha registrato un totale di 96.000 passeggeri sui voli verso la Grecia nei mesi di luglio e agosto. Per gli austriaci, la Grecia è una delle destinazioni più riservate, seguita da Spagna e Italia.

Parlando di destinazioni preferite in Grecia, gli austriaci preferiscono Creta, Rodi e Kos. I voli per destinazioni greche hanno un carico di oltre l'80%.

Michael Trestl, CCO Austrian Airlines, riferisce: “In particolare, i dati sulle prenotazioni per i voli per Heraklion, Creta, sono triplicati tra metà maggio e fine giugno. Rispondiamo all'aumento della domanda e aumentiamo la capacità su questa rotta. Oltre agli attuali voli giornalieri per Heraklion, un Boeing 777-200ER opererà voli ogni sabato, dal 24 luglio al 4 settembre inclusi.

L'orario dei voli Austrian Airlines, che saranno operati con Boeing 777-200ER

OS9001 Vienna 06:10 - 08:40 Heraklion
OS9002 Heraklion 10:20 - 12:55 Vienna

L'introduzione del più grande tipo di aeromobile nella flotta di Austrian Airlines consentirà alla compagnia aerea di trasportare altri 100 passeggeri su ciascun volo sabato. In tutti gli altri giorni la rotta sarà servita da un aereo della famiglia Airbus A320.

Austrian Airlines consiglia ai passeggeri di informarsi sulle normative del paese di destinazione prima del viaggio. In Grecia, ad esempio, la registrazione online è obbligatoria almeno 24 ore prima dell'ingresso. Inoltre, per tutti i viaggiatori di età superiore ai 48 anni è richiesto un test antigenico negativo (massimo 72 ore) o un test PCR negativo (massimo 12 ore) da un laboratorio di analisi. Le persone completamente vaccinate almeno 14 giorni prima dell'ingresso non hanno bisogno di un test. Lo stesso vale per coloro che hanno attraversato la malattia in seguito all'infezione con il nuovo coronavirus. Devono presentare un certificato ufficiale di guarigione non superiore a 9 mesi o un test PCR positivo più vecchio di 2 mesi ma non più vecchio di 9 mesi).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.