Proposte dell'ANAT e dell'AIR per la redazione delle future decisioni del governo sulle misure che incidono sulla libera circolazione delle persone

0 975

attualmente, ANAT critica aspramente le nuove regole di viaggio in Romania, ricordando che pregiudica gravemente la libera circolazione turistica dei cittadini rumeni e dei cittadini stranieri che desiderano visitare la Romania. E non possiamo ignorarli quando vediamo che un vaccino viene trattato in tanti modi a seconda del Paese di origine o di come una persona non vaccinata abbia il diritto o meno di abbreviare la quarantena a seconda di fattori indipendenti dalla pandemia. Per non parlare delle gravi deviazioni delle autorità rumene in merito al PLF.

ANAT e AIR hanno proposte per redigere future decisioni del governo su misure che incidono sulla libera circolazione delle persone:

  • 1. Eliminazione delle condizioni di accesso differenziate in Romania a seconda dello spazio geopolitico, essendo gli unici criteri accettabili basati su criteri epidemiologici; Nella misura in cui tale possibilità non potesse essere pienamente adottata, proponiamo in una prima fase la standardizzazione delle condizioni di accesso in Romania, sia per i viaggiatori provenienti dagli Stati membri dell'UE, sia per quelli provenienti dai territori che sono nei due elenchi di cui sopra ( rispettivamente quelli che hanno adottato il sistema dei certificati digitali e quelli inseriti nella “white list” aggiornata della Commissione Europea);
  • 2. Eliminazione di ulteriori condizioni per la sperimentazione nel caso di persone immunizzate (mediante vaccinazione su vasta scala o guarigione post-infezione) residenti negli Stati membri dell'Unione Europea o negli stati e territori sopra elencati;
  • 3. Test PCR in altre situazioni, a destinazione entro 24 ore per i residenti, rispettivamente al luogo di origine per i non residenti. Nello specifico, i cittadini rumeni (residenti) non immunizzati o provenienti da destinazioni al di fuori dell'area geografica per cui funzionano i principi del certificato verde, dovranno effettuare il test entro 24 ore dall'ingresso nel Paese e caricare il risultato sulla piattaforma PLF e non i residenti che desiderano recarsi in Romania e non sono immunizzati dovranno presentare il risultato negativo di un test PCR all'ingresso nel paese (possibilmente, possono anche caricarlo sulla piattaforma elettronica che genera il "modulo di localizzazione del passeggero" PLF) . In queste situazioni, in caso di un possibile esito positivo, i cittadini rumeni verranno messi in quarantena nel proprio Paese e i non residenti non effettueranno più il viaggio, restando isolati nel Paese di residenza. In conseguenza di tale provvedimento, scompare il timore dei rischi di isolamento in un Paese estero e si riducono notevolmente i casi di quarantena (che richiedono la supervisione delle autorità) e di congedo per malattia (che richiedono uno sforzo finanziario da parte dei datori di lavoro e poi dello Stato);
  • 4. Stabilire l'obbligo di presentare il modulo di localizzazione (PLF) all'ingresso nel Paese ed eliminare la possibilità di compilarlo entro 24 ore dall'arrivo. Si è visto durante i 45 giorni dall'entrata in vigore che l'opzione del successivo perfezionamento ha comportato solo una serie infinita di sanzioni che, per la maggior parte, rimarranno non pagate (dal momento che si tratta o di non residenti o di persone difficilmente far rispettare) e alcuni di loro inonderanno i tribunali. Questo provvedimento non ha portato nulla di buono, ma solo sforzi inutili per perseguire, emettere atti sanzionatori, perseguire la riscossione, preparare le difese in tribunale, ecc. E lo scopo dell'introduzione di tale applicazione era certamente diverso dall'eventuale aggiunta di entrate aggiuntive al bilancio, i cui costi talvolta li superano.

Sosteniamo la vaccinazione, sosteniamo le regole di protezione, ma sosteniamo anche la normalità e l'applicazione di regole correttamente create e correttamente applicate e amministrate.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.