I leader dell'UE hanno convenuto sulla necessità di limitare ulteriormente i viaggi non essenziali.

0 1.455

Durante il vertice online sulla gestione della pandemia, i 27 leader dell'UE hanno deciso di mantenere le restrizioni alla vita pubblica e alla libera circolazione. Gli stati membri dell'UE stanno cercando di prevenire la diffusione di nuovi ceppi di coronavirus che potrebbero fermare la ripresa economica, secondo Reuters.

I capi di Stato e di governo dell'UE si incontrano giovedì e venerdì in un vertice speciale in videoconferenza su salute, difesa e sicurezza. La sessione di giovedì è stata dedicata al coordinamento e alla gestione della pandemia, mentre venerdì l'incontro virtuale sarà dedicato alla sicurezza e alla difesa.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha affermato che anche l'Unione europea deve prepararsi alla vaccinazione contro i nuovi ceppi. I leader dell'UE hanno anche discusso di come l'immunizzazione possa aiutare la ripresa dell'economia, compresa l'industria del turismo.

Solo il 5% dei cittadini europei ha ricevuto la seconda dose di vaccino.

La Commissione europea ha detto ai leader europei che finora sono state consegnate all'Unione europea 51.5 milioni di dosi di vaccino e sono già state somministrate 29.17 milioni di dosi. Allo stato attuale, il 5% dei cittadini europei ha già ricevuto la seconda dose.

La Commissione europea e gli Stati membri dell'UE sono stati aspramente criticati per i problemi esistenti nel programma di immunizzazione e per l'ingombrante consegna di dosi di vaccino, dopo Israele, Regno Unito e Stati Uniti.

"La situazione epidemiologica rimane grave, le nuove varianti comportano ulteriori sfide. Dobbiamo mantenere ferme restrizioni mentre intensifichiamo i nostri sforzi per accelerare la vaccinazione ". è stata la dichiarazione della Commissione europea.

Il tasso di infezione è diminuito in quasi 20 Stati membri dell'UE, ma ci sono ancora timori di un forte aumento del numero di casi di varianti di coronavirus riscontrati nel Regno Unito e in Africa, ceppi che si stanno diffondendo molto più velocemente.

Ursula von der Leyen, capo della Commissione europea, ha affermato che il ceppo britannico è presente in 26 paesi dell'UE, il ceppo sudafricano in 14 paesi e il ceppo brasiliano può essere identificato in sette paesi. Tuttavia, le campagne di vaccinazione nell'UE rimangono lente, influenzate da ritardi significativi nella consegna delle dosi.

Entro la fine dell'estate saranno vaccinati 225 milioni di cittadini europei.

Commissione europea ha promesso un aumento del numero di dosi disponibili nel secondo trimestre, con più consegne da parte dei laboratori Pfizer / BioNTech e Moderna, nonché l'approvazione del vaccino Johnson & Johnson. Il processo sarà inoltre attentamente monitorato per affrontare le carenze nella catena di produzione.

"Siamo ottimisti sulla nostra capacità di raggiungere il nostro obiettivo di vaccinare il 70% della popolazione dell'UE (225 milioni di persone) entro la fine dell'estate"., ha detto Ursula von der Leyen.

Se inizialmente i 27 avevano promesso di adottare solo restrizioni proporzionate e non discriminatorie, le mutazioni subite dal virus hanno cambiato la situazione, portando diversi Stati membri a limitare l'accesso alle frontiere.

La Commissione europea ha invitato Belgio, Germania e altri quattro paesi a spiegare l'adozione di misure restrittive, che l'esecutivo europeo considera sproporzionate, per paura di interruzioni nelle catene di produzione.

Anche l'incontro dei leader europei si è concluso con un importante annuncio. Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha detto che i partner europei lanceranno un passaporto per la vaccinazione contro il coronavirus che potrebbe rendere possibile il viaggio nell'Unione europea (UE).

Prima di decidere di viaggiare, consultare condizioni di viaggio in Europa, Ma e La lista gialla della Romania.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.