Lo stato di allerta è prorogato in Romania fino al 12 maggio 2021 (Decisione n. 22 dell'8 aprile 2021)

0 1.166

Oggi, 8 aprile, il Comitato Nazionale per le Situazioni di Emergenza ha adottato la Decisione n. 22 dell'8 aprile 2021. In questa occasione sono state adottate nuove misure restrittive che verranno applicate sul territorio rumeno, ma anche alcune misure di allentamento. Di seguito ne citerò alcuni.

Decisione n. 22 dell'8 aprile 2021

Si ritiene necessario mantenere l'obbligo di indossare una mascherina protettiva negli spazi pubblici, al lavoro, negli spazi commerciali, nonché nei trasporti pubblici, per tutte le persone che abbiano compiuto i 5 anni, alle condizioni stabilite con ordinanza congiunta di il Ministro della Salute e il Ministro dell'Interno.

Si ritiene necessario mantenere i divieti di organizzazione e conduzione di raduni, manifestazioni, processioni, concerti o altri tipi di raduni in spazi aperti, nonché raduni di natura culturale, scientifica, artistica, sportiva o di intrattenimento al chiuso.

Le attività di istituzioni museali, biblioteche, librerie, cinema, studi di produzione cinematografica e audiovisiva, istituzioni di spettacoli e / o concerti, scuole di folklore, arte e artigianato, nonché eventi culturali all'aperto si svolgono solo alle condizioni stabilite. Per ordine congiunto di il Ministro della Cultura e il Ministro della Salute.

Si propone di mantenere il divieto di organizzare eventi privati ​​(matrimoni, battesimi, pranzi festivi, ecc.) In spazi chiusi quali, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, saloni, centri culturali, ristoranti, bar, caffè, sale per eventi / tende.

Si propone di mantenere l'attività di ristoranti e bar all'interno di hotel, pensioni o altre unità ricettive, senza superare il 50% della capienza massima dello spazio e solo nell'intervallo di tempo 0600-2200, nelle contee / località in cui il cumulo l'incidenza dei casi negli ultimi 14 giorni è inferiore o uguale a 1,5 / 1.000 abitanti, senza superare il 30% della capienza massima dello spazio e solo nell'intervallo temporale 0600-2200 se l'incidenza cumulativa negli ultimi 14 giorni del i casi nella contea / località sono maggiori di 1,5 e inferiori o uguali a 3 / 1.000 abitanti e solo per le persone ospitate all'interno di tali unità nelle contee / località in cui si supera l'incidenza di 3 / 1.000 abitanti negli ultimi 14 giorni.

Gli hotel possono essere occupati fino al 70%

La limitazione del grado di occupazione degli spazi ricettivi all'interno delle strutture di accoglienza turistica, come definita all'art. 2 lit. d) dell'ordinanza governativa n. 58/1998 sull'organizzazione e lo sviluppo del turismo in Romania, con successive modifiche e completamenti, al massimo il 70% della loro capacità massima, situati nelle seguenti località / aree dove si praticano o si trovano gli sport invernali o si trovano sulla costa del Mar Nero :

  • Azuga, Busteni e Sinaia nella contea Prahova;
  • Băile Tușnad, Borsec, Băile Homorod, Harghita-Băi dalla contea di Harghita;
  • Borșa e Cavnic dalla contea Maramures;
  • Poiana Brașov, Predeal e Bran dalla contea Braşov;
  • Sovata dalla contea Mures;
  • Vatra Dornei dalla contea Suceava;
  • Voineasa dalla contea Valcea;
  • Area di Borlova-Muntele Mic, comune di Turnu Ruieni nella contea Caras-Severin;
  • Arieșeni dalla contea camice;
  • Durău dalla contea Neamţ;
  • Novaci-Rânca dalla contea Gorj;
  • Păltiniș dalla contea Sibiu;
  • Stâna de Vale dalla contea Bihor;
  • La guardia della contea Hunedoara;
  • Constanța, Cap Aurora, Costinești, Eforie Nord, Eforie Sud, Tuzla, Jupiter, 2 Mai, Vama Veche, Zona Mamaia Nord, Mamaia Sat, Mangalia, Neptun-Olimp, Saturn, Techirghiol, Năvodari e Venus dalla contea Constanţa.

Allegato 1 HCNSU n. 22

Entrerà in vigore subito dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale!

È stato aggiornato La lista gialla della Romania, oggi 8 aprile.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.