L'AMF ha fornito false informazioni sulle condizioni di viaggio in Grecia. La Grecia esegue il test CASUALE alla frontiera non OBBLIGATORIO come sostiene MAE!

0 267

Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<< per il volo
ritardato o annullato! Puoi ottenere fino a 600€!

Il 30 giugno, un rappresentante dell'AMF è apparso pubblicamente su una stazione televisiva e ha annunciato che lo stato greco aveva deciso di modificare i criteri per l'ingresso nel paese. L'informazione è stata data anche attraverso un comunicato stampa. Secondo la dichiarazione, tutti coloro che dovevano recarsi via terra in Grecia il 1° luglio dovevano essere testati alla frontiera. Questa informazione si è rivelata falsa. Non sappiamo se sia stato un errore premeditato o per errore nella traduzione, confondendo a caso con obbligatorio. Ma dopo che tutta la stampa si è impadronita delle false informazioni, i turisti dalla Romania sono diventati isterici ed erano sul punto di cancellare le loro vacanze.

L'informazione è stata smentita anche dalle autorità greche, notando che è testato in modo casuale, non obbligatorio. Come accade da molto tempo, i greci testano casualmente alla frontiera, utilizzando test antigenici, coloro che scelgono di entrare in Grecia. Dopo la compilazione del modulo obbligatorio, il sistema greco designa le persone da sottoporre al test. Ciò avviene principalmente al confine terrestre, ma non è escluso che succeda anche negli aeroporti.

Tornando al MAE, l'ente da cui noi cittadini rumeni dovremmo ottenere le nostre informazioni per i viaggi all'estero, non è alla prima deviazione. E in passato l'AMF ha commesso errori di traduzione o non ha aggiornato i criteri di viaggio in determinati paesi in tempo. Ci sono stati altri casi in cui ha gestito male le situazioni di crisi ed eccoci qui esempio il caso del Messico.

Abbiamo sempre detto che le fonti attendibili sono quelle ufficiali, ma a volte è bene controllare da più fonti :). Non sai mai quale è sbagliato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.