Il Regno Unito introduce la quarantena alberghiera istituzionalizzata per i viaggiatori che arrivano dai paesi rossi

0 2.356

Il ministro degli Esteri James Cleverly ha difeso il piano del governo di mettere in quarantena i viaggi in hotel, che inizierà il 15 febbraio. Tutti coloro che viaggeranno dai paesi rossi saranno obbligati a soggiornare 10 notti in un hotel designato dalle autorità.



Gli hotel in quarantena dovrebbero essere prenotati vicino agli aeroporti di Heathrow, Gatwick, London City, Birmingham, Bristol, Manchester, Edimburgo, Glasgow e Aberdeen. Il governo sta lavorando a un ritmo sostenuto per garantire le stanze necessarie, tenendo colloqui con oltre 60 aziende del settore alberghiero e del turismo.

Secondo BBC, nelle prime ore dopo la conferma delle nuove regole di quarantena relative al COVID-19, il governo di Londra ha riservato migliaia di camere d'albergo. Le autorità prevedono che una media di 1.000 persone tornino nel Regno Unito ogni giorno da luoghi in cui sono diffuse nuove varianti del coronavirus.

Le regole riguardano i residenti nel Regno Unito e i cittadini irlandesi che viaggiano da 33 paesi in poi "lista rossa". Molti di loro provengono dal Sud America, dal Sud Africa, dagli Emirati Arabi Uniti e dal Portogallo.

La misura della quarantena istituzionalizzata presso l'hotel viene introdotta in un maggiore sforzo per controllare la diffusione di nuove varianti di coronavirus identificate per la prima volta in Sud Africa e Brasile, che gli scienziati ritengono possano essere più contagiose e ridurre l'efficacia dei vaccini.

Ai viaggiatori non britannici provenienti da questi paesi è comunque vietato entrare nel Regno Unito, quindi al momento non sono interessati dal piano di quarantena.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.