Misure adottate dalle autorità regionali in Italia per limitare la diffusione dell'infezione da Covid-19

Misure adottate dalle autorità regionali in Italia per limitare la diffusione dell'infezione da Covid-19

0 1.689

A partire dal 24 luglio 2020, le persone che erano o hanno transitato nel territorio della Romania negli ultimi 14 giorni prima dell'arrivo in Italia, sono soggetti all'obbligo di autoisolamento e controllo medico per un periodo di 14 giorni.

Le autorità regionali possono adottare alcune misure aggiuntive, a seconda dell'evoluzione dei dati epidemiologici, sulle condizioni di ingresso nel territorio regionale. Ti consigliamo di informarti attentamente sulle misure in vigore nella regione in cui desideri viaggiare.

Le principali misure in vigore adottate dalle autorità regionali in Italia:

Abruzzo

La Regione Abruzzo è stata adottata il 31 luglio 2020 ordinanza n. 77 introducendo alcune misure aggiuntive, tra cui:

  • Misura del vettore della temperatura del passeggero all'imbarco e prima dello sbarco; le persone con una temperatura superiore a 37,5 ° C non potranno salire a bordo;
  • Nel caso di persone che utilizzano stazioni intermedie di trasporto pubblico su strada, i vettori misureranno la loro temperatura prima della discesa e riferiranno alla direzione della sanità pubblica locale l'eventuale presenza di passeggeri con una temperatura superiore a 37,5 ° C, accompagnandoli fino al al terminale più vicino per i test;
  • Possibilità di eseguire prove nelle stazioni degli autobus, per persone provenienti dalla Romania e dalla Bulgaria; le persone con una temperatura superiore a 37,5 ° C saranno sottoposte a un test molecolare (tampone).

Lazio

La Regione Lazio ha adottato, il 28 luglio 2020, a ordinato introducendo alcune misure aggiuntive, tra cui:

  • I vettori stradali invieranno, per i passeggeri provenienti dalla Romania, dalla Bulgaria e dall'Ucraina, le dichiarazioni di propria responsabilità e l'orario di arrivo alla direzione locale della sanità pubblica, al fine di facilitare la supervisione medica e non consentirà l'imbarco di persone con una temperatura superiore a 37,5 ° C.
  • Nelle stazioni degli autobus, all'arrivo nella regione Lazio, verrà eseguito su base volontaria il test sierologico di tutte le persone provenienti da Romania, Bulgaria e Ucraina e, in caso di esito positivo, verrà eseguito anche il test molecolare (buffer); i buffer test verranno eseguiti anche su tutte le persone sopra i 37,5 ° C.
  • Se una o più persone non sono in grado di viaggiare con mezzi di trasporto privati ​​/ personali verso la casa / residenza indicata prima della partenza come luogo di isolamento personale, o se la casa / residenza non è appropriata, o non è più disponibile, la direzione locale della sanità pubblica informerà tempestivamente la protezione civile regionale che, in coordinamento con il dipartimento della protezione civile sotto la presidenza del Consiglio dei ministri, determinerà le modalità e il luogo di autoisolamento e la supervisione medica a spese delle persone soggette a misure. , con l'applicazione delle disposizioni dell'articolo 4, par. 4 del decreto del presidente del Consiglio dei ministri dell'11 giugno 2020.

Toscana

La Regione Toscana ha adottato, il 28 luglio 2020, ordinanza n. 75 che istituisce misure specifiche per le persone che arrivano in Italia al di fuori dell'area Schengen:

  • Le autorità sanitarie territorialmente competenti sono responsabili dell'istituzione, presso le stazioni degli autobus che effettuano rotte internazionali da paesi non Schengen, di punti di accoglienza per la registrazione delle persone che entrano in Italia e che, conformemente alle disposizioni in vigore deve eseguire il periodo di 14 giorni di autoisolamento e supervisione medica e fornire la possibilità di eseguire test sierologici e molecolari (buffer).
  • Le persone ritenute positive con Covid-19 hanno l'opportunità di eseguire il periodo di autoisolamento in strutture appositamente progettate (hotel benessere). Questa possibilità è estesa a tutti i contatti stretti della persona dichiarata positiva con Covid-19.
  • Inoltre, le persone che non possono svolgere in sicurezza questo periodo di autoisolamento a casa, hanno l'opportunità di essere accolte nelle strutture alberghiere presenti nella regione Toscana.
  • Allo stesso tempo, rimarranno in vigore le disposizioni dell'ordinanza del Presidente della Regione Toscana n. 73 del 16 luglio 2020 (creazione di punti di accoglienza negli aeroporti in cui resterà in vigore la registrazione delle persone che entrano in Italia da paesi non Schengen).

Tali misure, fatte salve le successive modifiche, restano in vigore per la durata dello stato di emergenza italiano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.