Nuove misure di protezione della salute per i clienti di terrazze e spiagge in Romania, a partire dal 1 giugno

0 233

A partire dal 1 ° giugno 2020, sono consentite le attività di preparazione, servizio e consumo di cibo, bevande alcoliche e analcoliche in spazi appositamente allestiti all'esterno degli edifici delle unità di ristorazione pubblica (terrazze) e sono consentite anche le attività di gestione delle spiagge turistiche.

Le terrazze e le spiagge in Romania si stanno aprendo

Sono state messe in atto misure specifiche per prevenire la diffusione del virus SARS-CoV-2, in una prima fase di riavvio delle attività turistiche. Pertanto, le misure sono obbligatorie per tutti gli operatori economici nel settore della ristorazione pubblica e, rispettivamente, per tutti gli operatori economici o, a seconda dei casi, gli amministratori che svolgono attività di gestione delle spiagge turistiche.

Allo stesso modo, tutti i clienti di terrazze o spiagge turistiche sulla costa rumena hanno l'obbligo di rispettarli.

PRINCIPALI MISURE SPECIFICHE DI PROTEZIONE DEL CLIENTE NELLA ZONA SPECIALMENTE DISPONIBILE FUORI DALL'UNITÀ ALIMENTARE PUBBLICA (TERRAZZE):

All'ingresso ci sarà un triage osservazionale e sarà vietato l'accesso ai clienti con sintomi visibili di infezione respiratoria;

Gli operatori economici del settore alimentare assicureranno che all'ingresso e ai servizi igienici siano presenti dispositivi con biocidi approvati, necessari per disinfettare le mani dei clienti, nonché informandoli sull'uso;

Si raccomanda di stabilire circuiti a senso unico che i clienti devono percorrere all'interno della terrazza, in modo da ridurre al minimo i contatti tra i clienti (esempio: da e verso la toilette);

Sarà vietato trasferire menu, shaker, ulivi e altri oggetti da un tavolo all'altro. Saranno disinfettati dopo che i clienti hanno lasciato un tavolo e, ove possibile, saranno utilizzati menu usa e getta;

Il personale indosserà maschere e guanti

È garantito che durante il servizio il personale indosserà una maschera e guanti e che i guanti utilizzati per servire non vengano utilizzati durante la preparazione del pasto;

È vietato consumare prodotti in piedi, al fine di ridurre al minimo i movimenti dei clienti all'interno della terrazza;

Viene stabilito un numero massimo di 4 clienti che possono occupare un tavolo, a condizione che venga rispettata una distanza di 1,5 metri tra le persone, ad eccezione di questa regola sono membri della stessa famiglia, che hanno lo stesso domicilio;

È garantito il rispetto di una distanza di almeno 2 metri tra gli occupanti dei tavoli adiacenti;

L'occupazione dei posti verrà effettuata previa prenotazione, in modo da evitare la congestione all'ingresso dell'unità e facilitare l'indagine epidemiologica in caso di malattia nel caso di clienti locali;

Ci sarà anche un registro delle prenotazioni dei clienti, in modo che in caso di infezione da virus SARS-CoV-2 tra i clienti dell'unità alimentare, ci saranno dati concreti su cui condurre le indagini epidemiologiche;

Viene assicurato che la disinfezione delle tabelle venga effettuata, dopo ogni cliente / gruppo, con biocidi che richiedono un tempo di contatto minimo, approvato dalla Commissione nazionale per i biocidi.

LE PRINCIPALI MISURE SPECIFICHE PER LA TUTELA DEI TURISTI SULLE SPIAGGE SULLA COSTA ROMANA:

Gli operatori economici o gli amministratori, a seconda dei casi, hanno l'obbligo di porre in un luogo visibile le norme di accesso e comportamento sulla spiaggia e allo stesso tempo di garantire misure per rispettare una distanza di 2 metri (sinistra / destra, fronte / retro) tra i lettini che sono utilizzato da persone di diverse famiglie;

Gli amministratori garantiranno l'accesso alla spiaggia entro i limiti di capacità adottati, pur mantenendo la distanza fisica, scoraggiando il sovraffollamento e limitando le grandi riunioni e adotteranno misure per limitare l'accesso alla spiaggia se i limiti di capacità stabiliti vengono superati e la distanza fisica non può essere mantenuta;

L'accesso sarà garantito attraverso punti di ingresso chiaramente segnalati e saranno stabiliti i colori unidirezionali, separati, di entrata e di uscita, con la segnalazione delle distanze corrispondenti;

La prenotazione dell'uso della spiaggia per determinati periodi di tempo viene effettuata tramite un sistema di prenotazione online o telefonico e / o l'adozione di orari di apertura strategici o criteri di chiusura flessibili;

Distanza di almeno 2 metri tra le persone

Una distanza di almeno 2 metri tra le persone (compresi i dipendenti) deve essere mantenuta in ogni momento, ad eccezione dei membri della stessa famiglia o se la sicurezza dell'attività di base richiede una distanza più breve (ad esempio, il sollevamento di attrezzature pesanti);

Le aree di lavoro (ad es. Sedie del bagnino, torri) sono disposte in modo tale che quelle che forniscono servizi sulla spiaggia siano distanti almeno 1,5 metri. Laddove non sia possibile la spaziatura, è necessario prevedere l'uso di maschere protettive o l'adozione di barriere fisiche, come pannelli di plastica / plexiglass;

Il servizio dei clienti sarà svolto dal personale impiegato della spiaggia in concessione, senza il movimento dei clienti nei punti di servizio;

Nel caso di spiagge non in concessione, la pubblica amministrazione locale sarà responsabile del mantenimento delle regole della distanza fisica ed evitando la formazione di agglomerati;

L'attrezzatura da spiaggia (ad es. Sedie, lettini, ombrelloni) deve essere utilizzata individualmente, senza che questa attrezzatura sia condivisa tra persone che non appartengono alla stessa famiglia e, prima e dopo ogni utilizzo, deve essere pulita e disinfettata con biocidi approvati;

I bagni in spiaggia devono essere dotati di materiali di consumo adeguati per l'igiene: acqua, sapone, disinfettante con almeno il 60% di alcol, asciugamani di carta e pattumiere senza contatto. Saranno garantite frequenti pulizie e disinfezione;

Non sono consentite attività sportive o ricreative

Non sono consentite attività sportive o ricreative se non negli spazi appositamente progettati a tale scopo, con la limitazione del numero di persone che non appartengono alle stesse famiglie;

Il personale dell'operatore economico o l'amministratore della spiaggia, a seconda dei casi, indosserà una maschera e saranno dotati di dispositivi biocidi approvati e prodotti necessari per la disinfezione delle mani dei turisti e informazioni su come usarli.

Se la situazione epidemiologica lo consentirà, saranno prese in considerazione le misure di sicurezza sanitaria adottate dai due atti normativi e, nella prospettiva del progressivo riavvio delle attività nel settore del turismo, rispettivamente per la seconda fase prevista per il 15 giugno. altro rilassamento delle restrizioni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.