Nuove regole di viaggio in Germania: certificato di vaccinazione digitale, valido 270 giorni!

1 828

A seguito della raccomandazione della Commissione Europea, le autorità tedesche hanno deciso di abbreviare la validità dei certificati di vaccinazione a 270 giorni. Tale raccomandazione è stata avanzata per coordinare le misure di viaggio sulla scia della pandemia di COVID-19, nonché per rendere il processo di viaggio meno complicato.



Secondo questa norma proposta, le persone che arrivano in Germania devono fornire una prova valida di aver ricevuto l'ultima dose di vaccino (di un programma di vaccinazione a due dosi) negli ultimi 270 giorni per essere esentate da ulteriori misure di ingresso, come test e requisito di quarantena.

Si ritiene che le persone vaccinate più di 270 giorni fa saranno considerate non vaccinate quando arriveranno in Germania se non hanno ancora ricevuto la dose di richiamo. Oltre a questa modifica, la Germania ha anche abbreviato la validità dei certificati di recupero.

Secondo l'ente tedesco responsabile per la prevenzione e il controllo delle malattie, il Robert Koch Institute (RKI), i certificati di guarigione sono ora validi solo per un periodo di 90 giorni. In precedenza, i certificati di ripristino erano validi per 180 giorni.

Le persone che si recano in Germania sono tenute a presentare al momento dell'ingresso nel territorio federale documenti attestanti la vaccinazione contro il COVID-19, la guarigione del COVID-19 o l'esito negativo di un test per il COVID-19, indipendentemente dalle modalità di trasporto utilizzato (aereo, terrestre, navale) e la zona da cui inizia il viaggio. I bambini di età inferiore ai 6 anni sono esenti da tale obbligo.

  • Prova di vaccinazione devono soddisfare i criteri stabiliti dal Paul Ehrlich Institute in collaborazione con il Robert Koch Institute per il tipo di vaccino, il numero di dosi richieste per ogni tipo di vaccino, le dosi di richiamo necessarie per una protezione completa a seconda del tipo di vaccino somministrato e il intervallo di tempo tra le dosi. I dettagli possono essere trovati qui: www.pei.de/impstoffe/covid-19.
  • Prova di precedente infezione con il virus SARS-CoV-2 e, di conseguenza, la cura deve soddisfare i criteri stabiliti dal Robert Koch Institute per il tipo di test di laboratorio per confermare la malattia, il tempo trascorso dalla data del test o l'evidenza della quarantena e il tempo massimo consentito dalla data del test alla data del viaggio. I dettagli sono accessibili qui: www.rki.de/covid-19/genesenennachweis.
  • Prova di test negativo viene eseguito presentando un test negativo per l'infezione da virus SARS-CoV-2.

Sono accettati test di tipo PCR, PoC-NAAT o test eseguiti con altri metodi di amplificazione degli acidi nucleici, la cui validità non superi le 48 ore. Le autorità locali possono richiedere un nuovo test PCR all'arrivo in Germania.

I suddetti documenti possono essere presentati in formato cartaceo o elettronico e devono essere in una delle lingue tedesco, inglese, francese, italiano o spagnolo.

IMPORTANTE! A partire dal 23.01.2022, alle ore 00.00, i cittadini rumeni che si recano in Germania dalla Romania hanno l'obbligo di registrare online la prova di vaccinazione, test o cura, prima di entrare nel territorio federale, sul portale www.einreiseanmeldung.de.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.