Funzionario: i cittadini stranieri NON possono entrare in Ungheria per motivi di turismo

1 51.877

EMERGENZA: SI (il 4.11.2020 è stato dichiarato lo stato di emergenza a livello nazionale).

Il governo ungherese ha annunciato ulteriori restrizioni, che si applicano su tutto il territorio nazionale dall'8 marzo 2021. Pertanto, tra l'8 e il 22 marzo 2021, negozi (con alcune eccezioni, cibo compreso), farmacie e distributori di benzina saranno chiusi. Inoltre, durante questo periodo, è vietata l'attività delle società fornitrici di servizi, ad eccezione dei servizi finanziari, postali, di assistenza sociale e sanitari privati.

Le misure applicate dall'11 novembre 2020 sono state prorogate fino al 22 marzo 2021. Le misure includono la limitazione della circolazione delle persone fuori casa tra le 20:00 e le 05:00. Il viaggio durante questo periodo è consentito solo per andare al lavoro, per motivi medici o in situazioni di emergenza.

Lo stato di emergenza è stato prorogato dal Parlamento

Le restrizioni all'ingresso in Ungheria - applicate dal 1 ° settembre 2020 - sono state prorogate fino al 22 marzo 2021. Pertanto, le misure di controllo sono mantenute in tutte le sezioni della frontiera terrestre e aerea dell'Ungheria. In questo contesto, i cittadini stranieri non possono entrare in Ungheria per motivi di soggiorno, salvo in situazioni strettamente regolamentate.

Categorie di persone che possono viaggiare in Ungheria senza restrizioni:

  • titolari di passaporto diplomatico / di servizio o carta di marinaio;
  • conducenti nel traffico merci;
  • titolari di passaporti semplici nel caso in cui richiedano l'ingresso in una visita ufficiale (certificati mediante presentazione di documenti ufficiali);
  • persone che, entrando in Ungheria, attestano di essere state infettate dal virus SARS-CoV-2 entro 6 mesi dalla data della richiesta di attraversamento della frontiera e sono attualmente guarite.

Eccezioni / Situazioni soggette a deroga (i cittadini stranieri possono entrare in Ungheria):

  • per la partecipazione a un procedimento amministrativo o giudiziario, presentando un documento rilasciato da un tribunale o istituzione;
  • per lo svolgimento di un'attività imprenditoriale o professionale, giustificata da invito emesso da autorità pubbliche centrali, locali o autonome (vedi sotto per le condizioni per i viaggi economici e di lavoro):
  • se la presenza in Ungheria è giustificata da motivi medici, presentando una lettera medica o altro certificato medico;
  • per la partecipazione agli esami di alunni e studenti, se l'istituto di istruzione lo attesta mediante un certificato;
  • Possono essere concesse esenzioni anche ai dipendenti che lavorano nel settore del trasporto merci quando l'ingresso nel Paese riguarda il viaggio verso il luogo di lavoro (partenza del trasporto), rispettivamente il rientro nel Paese dopo il completamento del trasporto delle merci, certificato dal datore di lavoro;
  • per la partecipazione alle cerimonie di parenti stretti (matrimonio, morte, battesimo);
  • per la cura dei parenti, secondo le disposizioni dell'articolo V del codice civile ungherese;
  • per la partecipazione a eventi internazionali nel campo dello sport, della cultura o della religione (vedere le condizioni di seguito);
  • per altri giustificati motivi.

La richiesta di deroga sarà indirizzata alla polizia locale competente, a seconda del punto di ingresso nel territorio ungherese. Nel caso di persone che arrivano in aereo all'aeroporto di Budapest, la polizia competente è quella del Settore XVIII Budapest. Le richieste di deroga devono essere inviate esclusivamente per via elettronica in ungherese o inglese all'indirizzo https://ugyintezes.police.hu/en/home.

Le domande possono essere rifiutate se:

  • ci sono sospetti sul vero scopo di entrare in Ungheria;
  • ci sono rischi epidemiologici, per la sicurezza pubblica o per la sicurezza nazionale da parte della persona che desidera entrare in Ungheria.

I documenti alla base della giustificazione della deroga dovranno essere presentati in originale alle autorità di frontiera ungheresi alla data di entrata in tale Stato.

Condizioni per viaggi economici e di lavoro

I cittadini stranieri possono entrare in Ungheria senza restrizioni allo scopo di svolgere attività commerciali o economiche se lo certificano al momento dell'ingresso. A questo proposito, gli uomini d'affari presenteranno documenti che giustificheranno lo scopo del viaggio. Il viaggio può avere varie finalità (trattative commerciali, partecipazione ad una mostra, acquisto di materie prime, ecc.), Pertanto l'ente nel cui interesse deve avvenire l'ingresso deve certificare in un documento (firmato per conto dell'azienda) che il l'ingresso avrà luogo per fini commerciali o economici, indicando anche il motivo concreto. Le autorità ungheresi raccomandano il seguente modello di certificato (certificato), che, se compilato integralmente e presentato al momento dell'iscrizione, consentirà di verificare più rapidamente lo scopo aziendale.

Condizioni per la partecipazione ad eventi sportivi e culturali

1. I cittadini stranieri possono partecipare a un evento sportivo internazionale che si tiene nel territorio dell'Ungheria (questa ipotesi non si riferisce alla partecipazione in qualità di spettatore), alle seguenti condizioni;

  • detiene una lettera di invito rilasciata dall'organizzatore ufficiale di un evento sportivo che si terrà in Ungheria;
  • su invito di un'organizzazione sportiva ungherese o di un'unione sportiva nazionale;
  • ha la qualità di un atleta con licenza di competizione;
  • è un professionista dello sport o una persona coinvolta nell'organizzazione di un evento sportivo.

In occasione di eventi culturali può partecipare il cittadino straniero che abbia la qualità di artista all'interno del rispettivo evento culturale o membro dello staff tecnico.

L'accesso è consentito nel territorio dell'Ungheria se a Test molecolare PCR con risultato negativo per infezione da virus SARS-CoV-2, scritto in ungherese o inglese, eseguito due volte entro 5 giorni prima dell'ingresso in Ungheria (sono necessarie almeno 48 ore tra di loro). In via eccezionale, una persona può entrare nel territorio dell'Ungheria se il risultato negativo di un test molecolare di tipo PCR per Infezione da virus SARS-CoV-2 viene eseguita una volta nei 3 giorni precedenti l'evento sportivo o culturale (il risultato del test negativo deve essere presentato in ungherese o in inglese).

2. Spettatori a un evento sportivo o culturale internazionale può entrare se:

  • al momento dell'ingresso accetta una visita medica;
  • presenta un biglietto per partecipare a un evento sportivo o culturale internazionale;
  • possedere la certificazione in un documento, in ungherese o inglese, del risultato negativo di a Test molecolare PCR per l'infezione da SARS-CoV-2, eseguito entro 3 giorni prima dell'ingresso.

Il partecipante in qualità di spettatore è obbligato a lasciare il territorio dell'Ungheria entro 72 ore dall'ingresso.

L'ingresso nel territorio dell'Ungheria può essere rifiutato se:

  • l'esame della salute rivela sospetti di infezione da SARS-CoV-2;
  • la persona non presenta il biglietto di partecipazione;
  • ci sono dubbi sull'autenticità del biglietto.

Disposizioni per l'accesso entro un raggio massimo di 30 chilometri dal confine

Le autorità ungheresi possono consentire l'accesso in Ungheria, per un periodo massimo di 24 ore, ai cittadini degli Stati confinanti con l'Ungheria, entro un raggio massimo di 30 chilometri dal confine. Sono obbligati a rimanere entro un raggio di 30 km e devono lasciare il territorio dell'Ungheria entro un massimo di 24 ore.

Disposizioni riguardanti i lavoratori stagionali

Anche i lavoratori stagionali in Romania possono entrare nel territorio ungherese, a condizione che il datore di lavoro ungherese presenti alla polizia ungherese un modulo elettronico con i propri dati di identificazione. I valichi di frontiera a tal fine sono fissati dalla polizia ungherese.

ECCEZIONI E DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRANSITO

TRAFFICO PASSEGGERI

L'AMF ribadisce la raccomandazione rivolta ai cittadini rumeni di essere accuratamente informati prima di recarsi all'estero e di osservare rigorosamente le misure adottate nel contesto della pandemia COVID-19.

Per quanto riguarda il transito, le autorità ungheresi hanno dichiarato che è consentito, alle seguenti condizioni:

  • la durata del transito non deve superare le 24 ore;
  • le persone non mostrano sintomi specifici dell'infezione da SARS-CoV-2;
  • le persone in transito devono presentare un documento che dimostri in modo inequivocabile lo scopo del viaggio e il paese di destinazione, rispettivamente di essersi assicurato l'ingresso nel territorio dello stato confinante dell'Ungheria, sulla rotta di transito verso il paese di destinazione.

Il transito sarà effettuato solo sulle rotte designate e pubblicato sul sito della polizia ungherese (sotto), essendo espressamente indicati i luoghi di sosta / riposo.

(http://www.police.hu/hu/hirek-es-informaciok/hatarinfo?field_hat_rszakasz_value=rom%C3%A1n+hat%C3%A1rszakasz).

I seguenti valichi di frontiera sono aperti per il transito dei cittadini rumeni:

BORS II - NAGYKEREKI, destinato al traffico internazionale di persone e merci;
PETEA - CSENGERSIMA, destinata al traffico internazionale di persone e merci (transito);
URZICENI - VÁLLAJ, destinato alla tratta internazionale di esseri umani (transito);
MIHAI VALLEY - NYÍRÁBRÁNY, destinata al traffico internazionale di persone e merci (transito);
BORŞ - ÁRTÁND, destinato al traffico internazionale di persone e merci (transito);
VĂRŞAND - GYULA, destinata al traffico internazionale di persone e merci (transito);
TURNU - BATONYA, destinato al traffico internazionale di persone e merci (transito);
NAGYLAK - MAKO, destinato al traffico internazionale di persone e merci (transito);
NĂDLAC 2 (autostrada) - CSANÁDPALOTA, destinato al traffico internazionale di persone e merci (transito);
CURTICI - LOKOSHAZA - destinato al traffico ferroviario di persone e merci;
SALONTA - MÉHKERÉK, destinato al traffico ferroviario.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.