Funzionario: i cittadini stranieri NON possono entrare in Ungheria per motivi di residenza

Funzionario: i cittadini stranieri NON possono entrare in Ungheria per motivi di residenza

1 34.695

Ad oggi, 1 settembre 2020, i cittadini stranieri NON possono entrare in Ungheria per motivi di soggiorno. Il provvedimento è in vigore fino al 30 settembre, ma con possibilità di proroga.

Eccezioni e deroga alla regola

Ovviamente ci sono delle eccezioni a questa regola. Potrebbero esserci eccezioni al divieto nelle seguenti situazioni:

  • per la partecipazione a un procedimento amministrativo o giudiziario, presentando un documento rilasciato da un tribunale o istituzione;
  • per lo svolgimento di un'attività imprenditoriale o professionale, giustificato da invito rilasciato da autorità pubbliche centrali, locali o amministrazioni autonome;
  • se la presenza in Ungheria è giustificata da motivi medici, presentando una lettera medica o altro certificato medico;
  • per la partecipazione agli esami di alunni e studenti, se l'istituto di istruzione lo attesta mediante un certificato;
  • Possono essere concesse esenzioni anche ai dipendenti che lavorano nel settore del trasporto merci quando l'ingresso nel Paese riguarda il viaggio verso il luogo di lavoro (partenza del trasporto), rispettivamente il rientro nel Paese dopo il completamento del trasporto delle merci, certificato dal datore di lavoro;
  • per la partecipazione alle cerimonie di parenti stretti (matrimonio, morte, battesimo);
  • per la cura dei parenti, ai sensi dell'articolo V del codice civile ungherese;
  • per la partecipazione a eventi internazionali nel campo dello sport, della cultura o della religione;
  • per altri motivi legittimi.

La richiesta di deroga sarà indirizzata alla polizia locale competente, a seconda del punto di ingresso nel territorio ungherese. Nel caso di persone che arrivano in aereo all'aeroporto di Budapest, la polizia competente è quella del Settore XVIII Budapest. Le richieste di deroga devono essere inviate esclusivamente per via elettronica in ungherese o inglese all'indirizzo https://ugyintezes.police.hu/en/home.

Le domande possono essere respinte dalla polizia se:
- ci sono dubbi sul vero scopo dell'ingresso in Ungheria;
- sussistono rischi epidemiologici, di pubblica sicurezza o di sicurezza nazionale da parte della persona che desidera entrare in Ungheria.

I documenti alla base della giustificazione della deroga dovranno essere presentati in originale alle autorità di frontiera ungheresi alla data di entrata.

L'Ungheria consente l'accesso ai rumeni entro un raggio di 30 km dal confine, per un massimo di 24 ore.

Tuttavia, L'MFA afferma che le autorità ungheresi possono consentire l'accesso in Ungheria, per un periodo massimo di 24 ore, ai cittadini dei paesi confinanti con l'Ungheria, entro un raggio massimo di 30 chilometri dal confine. Sono obbligati a rimanere entro un raggio di 30 km e devono lasciare il territorio ungherese entro un massimo di 24 ore.

I cittadini ungheresi residenti nella zona di confine a una distanza di 30 km e di ritorno dai paesi limitrofi possono entrare senza restrizioni se il loro periodo di soggiorno all'estero non supera le 24 ore e se non hanno lasciato il raggio di 30 km dalla linea di confine. confine sul territorio dello stato confinante.

I lavoratori stagionali in Romania possono anche entrare nel territorio ungherese, a condizione che il datore di lavoro ungherese presenti un modulo elettronico con i loro dati di identificazione alla polizia ungherese. I valichi di frontiera a tale scopo saranno stabiliti dalla leadership di polizia ungherese.

Il test COVID-19 NON è richiesto per il transito attraverso l'Ungheria.

Per quanto riguarda il transito, le autorità ungheresi hanno dichiarato che è consentito, alle seguenti condizioni:

  • la durata del transito non deve superare le 24 ore;
  • le persone non dovrebbero mostrare sintomi specifici dell'infezione da COVID-19
  • le persone in transito devono presentare un documento che dimostri in modo inequivocabile lo scopo del viaggio e il paese di destinazione, rispettivamente di essersi assicurato l'ingresso nel territorio dello Stato confinante dell'Ungheria, situato sulla rotta di transito verso il paese di destinazione.

Eccezioni e disposizioni relative al transito dei passeggeri

Il transito avverrà solo sulle tratte designate e pubblicate nella pagina web a Polizia ungherese (vedi sotto), indicando esplicitamente i luoghi di sosta / riposo.

I seguenti valichi di frontiera sono aperti per il transito dei cittadini rumeni:

  • PETEA - CSENGERSIMA, destinato al traffico internazionale di persone e merci (transito);
  • URZICENI - VÁLLAJ, destinato alla tratta internazionale di esseri umani (transito);
  • VALEA LUI MIHAI - NYÍRÁBRÁNY, destinato al traffico internazionale di persone e merci (transito);
  • BORŞ - ÁRTÁND, destinato al traffico internazionale di persone e merci (transito);
  • VĂRŞAND - GYULA, destinato al traffico internazionale di persone e merci (transito);
  • TURNU - BATONYA, destinato al traffico internazionale di persone e merci (transito);
  • NĂDLAC (NAGYLAK) - MAKO, destinato al traffico internazionale di persone e merci (transito);
  • NĂDLAC 2 (autostrada) - CSANÁDPALOTA, destinato al traffico internazionale di persone e merci (transito);
  • CENAD - KISZOMBOR - destinato anche al transito dei lavoratori frontalieri;
  • CURTICI - LOKOSHAZA (ferrovia);
  • SĂCUIENI - LETAVERTES - destinato a tutti i tipi di traffico;
  • SALONTA - MEHKERE - anche per il transito dei lavoratori frontalieri.

RACCOMANDAZIONI PER I CITTADINI ROMANI IN VIAGGIO DA / PER LA ROMANIA:

  • Su strada: nessuna raccomandazione particolare
  • In trenoă: Secondo una dichiarazione rilasciata dalla società ferroviaria ungherese (MÁV), a partire dal 1 luglio 2020 è stata ripresa la circolazione dei treni internazionali verso la Romania, Slovenia, Croazia e Serbia. Viene inoltre integrato il numero dei treni ad alta velocità sulle tratte Budapest-Vienna e Budapest-Monaco.
  • Per via aerea: I voli internazionali sono consentiti negli aeroporti ungheresi.

Il transito aeroportuale proseguirà senza restrizioni, l'aeroporto può ancora essere utilizzato come gate di imbarco / sbarco dai cittadini rumeni.

I cittadini rumeni potranno entrare in Ungheria (confine terrestre) per imbarcarsi dall'aeroporto di Budapest / Debrecen, senza dover presentare i due test COVID negativi19, in quanto avranno con sé il documento di viaggio, il documento dal quale per risultare inequivocabilmente lo scopo del viaggio e il paese di destinazione, il biglietto aereo.

È consentito anche il transito aeroportuale dagli stati dell'Europa occidentale. I cittadini rumeni che atterrano a Budapest o Debrecen da altri stati potranno transitare dall'Ungheria per raggiungere la Romania, a condizione che venga fornito il trasporto dall'aeroporto al confine. Chi proviene dai paesi della lista rossa dovrà ottenere preventivamente una rinuncia all'ingresso in Ungheria.

Commento 1
  1. [...] Funzionario: i cittadini stranieri NON possono entrare in Ungheria per motivi di residenza [...]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.