"Sulle ali della cultura rumena" - progetto realizzato da IEH in collaborazione con CNAB

0 279
Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<<per volo ritardato o cancellato. Puoi avere diritto a un massimo di € 600.

L'Istituto per romeni rumeni "Eudoxiu Hurmuzachi" inizia giovedì, 15 gennaio, la serie di azioni culturali dell'anno 2015, in collaborazione con la compagnia nazionale "Bucarest Aeroporti". Pertanto, sotto il segno della Giornata Nazionale della Cultura e della Giornata del poeta Mihai Eminescu (dalla cui nascita sono nati 165 anni), la prima azione avrà luogo nell'ambito del progetto "Sulle ali della cultura rumena", Condotto da IEH in collaborazione con CNAB.

Durante tutto l'anno, il progetto porterà all'attenzione il piano di identità, sia di fronte alle future generazioni di rumeni nel paese, ma anche all'estero, nonché di fronte a cittadini stranieri, che, temporaneamente, visitano la Romania e che, nei loro paesi di origine, , Vivo con le comunità rumene.

L'evento di lancio del progetto "Sulle ali della cultura rumena"Si svolgerà giovedì 15 gennaio 2015, ora 11.00 (ora di Bucarest), presso il Terminal Partenze dell'Aeroporto Internazionale" Henri Coandă "di Bucarest ed è la premessa dell'intersezione di passeggeri con valori e cultura tradizionali, nonché la presentazione di istituzioni culturali e punti di interesse. attrazione turistica sul territorio del nostro paese.

Il locale, un autentico rumeno, è stato ricreato presso l'aeroporto internazionale "Henri Coandă" di Bucarest grazie agli oggetti tradizionali, messi a disposizione dall'Istituto "Eudoxiu Hurmuzachi" dal Museo Nazionale del Contadino rumeno.

L'Istituto per i rumeni ovunque "Eudoxiu Hurmuzachi" e la compagnia nazionale "Aeroporti Bucarest" SA, in collaborazione con il Museo nazionale del contadino rumeno, propongono al pubblico uno spettacolo nel quale saranno seguiti segmenti rappresentativi della cultura rumena sia dal paese che dall'estero. Borders: Il coro maschile "Harmony" dell'Arcidiocesi di Tomis, le bande "Dor Bucovinean" (dance) e "Perla" (voice folk) di Il Bucovina Art Center per la conservazione e la promozione della cultura tradizionale rumena a Cernăuţi, Ucraina, oltre agli artisti Lia Lungu, stabiliti negli Stati Uniti e Costel Busuioc, vincitore, in 2008, del concorso Hijos de Babel, in Spagna.

"Sulle ali della cultura rumena”È anche incluso nel programma culturale-educativo "CNAB promuove il valore" ed è definito dalla presentazione di complessi momenti artistici, che si svolgeranno nello spazio non convenzionale dell'aeroporto internazionale "Henri Coandă" di Bucarest o in vari altri luoghi, da giovani talenti, gruppi, corali, ecc. - selezionato tra i rappresentanti dei gruppi etnici rumeni delle comunità storiche rumene, ma anche dei rumeni che vivono in Europa e negli altri continenti, a seconda dell'interesse dimostrato per la partecipazione a questo progetto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.