Per la prima volta volevo che un volo fosse ritardato

0 752

Tra il 20 e il 22 giugno 2022, su invito della Direzione Generale Mobilità e Trasporti della Commissione Europea (DG MOVE), ho partecipato al World ATM Congress, che si è svolto a Madrid. Ho accettato i voli Bucarest - Amsterdam (KLM); Amsterdam - Madrid (Air Europa) e Madrid - Parigi - Bucarest, entrambi i segmenti con Air France.


In questa occasione abbiamo segnato per la prima volta diversi eventi. Ho volato per la prima volta con il Boeing 787 Dreamliner Air Europa. Ho usato Internet su Air France, KLM e Air Europa. Ho volato per la prima volta con Airbus A220-300 Air France e ho volato per la prima volta in business class su voli Air France. A proposito di queste esperienze in un altro articolo. Ma torniamo ai miei voli da/per Madrid.

Presentazione di un Air France A220

Il mio passaporto mi ha aiutato a guadagnare tempo

Non ho avuto problemi sotto la doccia. I voli si sono evoluti in tempo, con un margine di 15-20 minuti di ritardo. A Bucarest, ho passato velocemente le file al check-in e al controllo bagagli. In meno di 45 minuti eravamo già al gate d'imbarco. Ad Amsterdam ho dovuto sbrigarmi a recuperare il ritardo, anche se avevo 2 ore. Grazie al mio passaporto, non ho dovuto fare file interminabili agli uffici di controllo documenti di Bucarest o Amsterdam. Sono andato direttamente ai cancelli automatici e ho anche guadagnato tempo prezioso.

decollo da Madrid a bordo di un A220-300 di Air France

Ma il ritorno è stato ricco di emozioni e avventure. Lo scalo a Parigi è durato un'ora, informazioni che comunque mi hanno regalato emozioni, conoscendo la follia degli aeroporti. E per rendere le cose ancora più divertenti, l'aereo che ha effettuato il volo Parigi - Madrid è partito con un notevole ritardo da Parigi, ritardo che è rimasto e anche aumentato sul volo di ritorno Madrid - Parigi. Sono atterrato a Parigi CDG nel momento in cui dovevo già partire per Bucarest. Ero rassegnato all'idea che avrei perso la coincidenza e mi sono riconciliato con l'idea di passare una notte a Parigi.

Volevo che il volo fosse ritardato

Tuttavia, volevo che il volo da Bucarest fosse ritardato. Partendo da questa speranza, ho cercato di raggiungere il gate d'imbarco. Ma poiché non conoscevo il Terminal 2E dell'aeroporto CDG di Parigi, la mia strada verso il gate d'imbarco del volo da Bucarest è diventata ancora più complicata. Ho sbagliato direzione nel terminal, ho sbagliato cancello. I pannelli informativi hanno già annunciato la chiusura dell'imbarco sul volo da Bucarest.

Ho ricevuto alloggio, buoni pasto e la riprotezione su un altro volo

Vedendo questo, mi sono diretto a un banco informazioni all'interno del terminal. Ho mostrato il problema con il volo in ritardo da Madrid e in teoria non potevo prendere il volo in coincidenza, a quel punto ho richiesto quelli appropriati. Senza scandalo, anche con una buona parola e una battuta, ho ricevuto una sistemazione in albergo, ho ricevuto un buono per il cibo e la deviazione sul volo Air France più vicino per Bucarest, che era la mattina dopo. Come ho detto altre volte, mantieni la calma e cerca soluzioni. Cosa potrei fare in questo caso? Litigare? Con cui?

Sbarco a Parigi

Alla fine, la questione si è risolta e con i documenti ricevuti, ho iniziato a camminare per l'aeroporto e ho ancora cercato il gate da dove, in teoria, l'aereo era partito da Bucarest. Trovo il cancello, ma non faccio attenzione. Sono rimasto affascinato dalla vista dal terminal sulle piste dell'aeroporto. Parlando al telefono con un buon amico, mi informa che l'aereo da Bucarest non è decollato, a quel punto torno al gate d'imbarco e trovo il personale ancora presente. Dico loro che sto cercando il volo da Bucarest e la signora mi conferma che l'aereo è ancora sul mantice. Fa le mie formalità di imbarco ed è così che salgo sull'aereo l'ultima volta.

Il mio desiderio è stato esaudito!

Ma sorpresa, l'aereo era già in ritardo di un'ora quando sono salito a bordo e non mostrava ancora segni di decollo. Era il momento in cui ero felice perché l'aereo era in ritardo e non importava che mi fermassi un'altra ora fino al decollo. Sono arrivato a Bucarest con due ore di ritardo, il che non aveva più importanza. Ero a casa con la mia famiglia e i miei figli!

E no, non avevamo diritto al risarcimento. Se il ritardo fosse superiore a tre ore, richiederemmo anche i diritti monetari, pari a 450 EURO per un volo del genere.

Da questa esperienza abbiamo imparato quanto sia importante essere sereni, comunicare e trovare soluzioni in situazioni di crisi. È importante conoscersi diritti dei passeggeri aerei e chiederli quando siamo giustificati. È molto importante credere nelle nostre possibilità e non perdere la speranza anche quando tutto sembra perduto. È stata un'esperienza a lieto fine!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.