Oltre i passeggeri 10000 hanno ricevuto un risarcimento per i voli in ritardo / cancellati

0 112

Uno studio di AirHelp mostra che i rumeni sono troppo pigri e non sanno come fare domanda per i loro diritti. Secondo il rapporto, oltre 23000 di rumeni (ammissibili al risarcimento) sono stati colpiti la scorsa estate da voli di imbarco ritardati, cancellati o rifiutati.

Negli ultimi anni 3, il tuo volo è stato ritardato di più di 3 ore o il tuo volo è stato cancellato? Richiedi ora danni legali fino a € 600!

Di questi, solo 10 000 ha rivendicato i propri diritti ai sensi della Direttiva europea 261 / 2004 e ha ricevuto danni fino a € 600. Maggiori informazioni su diritti dei passeggeri in caso di voli cancellati / ritardati.

Oltre 10000 passeggeri hanno ricevuto un risarcimento

Il resto di 13 000 dei passeggeri interessati non ha ancora preso queste misure per ricevere i propri soldi. Tuttavia, la legge europea dà loro il diritto di presentare una domanda per tre anni dopo l'incidente.

La maggior parte di loro aveva voli in partenza da Bucarest, ma molti passeggeri avevano anche problemi a Cluj-Napoca e Iasi. All'estremità opposta, i passeggeri sono partiti da Suceava, Satu Mare e Craiova.

Oltre 23 I passeggeri 000 sono stati interessati da voli cancellati o ritardati

Di seguito è riportata la tabella con il numero totale di passeggeri ammissibili al risarcimento, a seconda dell'aeroporto di partenza.

AirHelp ha analizzato il numero di passeggeri interessati durante 15 da giugno - 15 settembre I voli 2018 ritardati, annullati o negati all'imbarco e sono quindi idonei a ottenere un risarcimento fino a 600 euro, secondo la Direttiva Europea 261 / 2004.

Aeroport Passeggeri ammissibili Passeggeri che hanno ottenuto un risarcimento Passeggeri che non hanno richiesto un risarcimento
Sibiu 870 380 490
Oradea 600 260 340
Timisoara 940 410 530
Cluj-Napoca 2,800 1.220 1.580
Craiova 240 100 130
Bucureşti 16.350 7.120 9.230
Suceava 70 30 40
Satu Mare 150 60 90
Iaşi 1,100 480 620

Un sondaggio condotto da YouGov per conto di Airhelp, la più grande organizzazione mondiale per i diritti dei passeggeri delle compagnie aeree, mostra che 66% dei passeggeri che hanno avuto una pausa di volo ha presentato un reclamo. Di questi, 66% afferma di aver ricevuto un risarcimento.

"L'ammissibilità di ciascun passeggero è verificata in brevissimo tempo, sul nostro sito web. Tuttavia, è necessario che il passeggero conservi la carta d'imbarco e altri documenti di viaggio e comunichi correttamente i nostri dati. Pertanto, il suo fascicolo per danni deve essere completo ”, afferma Marta Koziarz, esperta di Airhelp in materia di diritti dei passeggeri.

Clausole abusive imposte da alcune compagnie aeree

Dalla nascita di 2013, quando AirHelp è stata fondata, la compagnia ha aiutato oltre 13 milioni di passeggeri provenienti da oltre 35 paesi. In 2019, diverse compagnie aeree, tra cui British Airways ed Easyjet, hanno implementato una clausola estremamente errata e ostile ai passeggeri alle condizioni da loro imposte.

La clausola è stata inizialmente utilizzata da Ryanair e successivamente copiata da altre compagnie aeree. La controversa clausola obbliga il passeggero che in caso di ritardo, per ricevere un risarcimento, deve contattare la compagnia aerea stessa, non attraverso terzi.

Solo dopo aver fatto questo e non aver ricevuto un risarcimento, il passeggero è autorizzato a chiedere assistenza legale per ottenere i suoi soldi. AirHelp ha citato in giudizio Ryanair nei tribunali olandesi per aver eliminato la clausola e ha vinto, costringendo la compagnia aerea a cancellarla.

"È la prima legge del suo genere in un paese con una forte industria aeronautica, e il successo certifica le nostre convinzioni a sostegno dei passeggeri che non devono avere limiti ai loro diritti e devono avere la libertà di scegliere. Speriamo che altri tribunali in tutta Europa possano entrare in risonanza con quelli dei Paesi Bassi ", afferma l'esperto di AirHelp.

E in 2019, il numero di persone interessate da voli cancellati o ritardati potrebbe essere simile a 2018

Si prevede che quest'anno un certo numero di passeggeri colpiti simili a quello di 2018 chiederà un risarcimento, poiché Airhelp prevede che la stagione 2019 sarà contrassegnata da molti voli interrotti.

Una statistica recentemente annunciata mostra che i passeggeri delle compagnie aeree rumene hanno perso le ore di vacanza 2.500 l'estate scorsa a causa di innumerevoli ritardi.

In particolare, un certo numero di passeggeri 636.000 ha dovuto affrontare voli in ritardo, di cui quasi 5.600 è decollato con un ritardo di oltre 15 minuti e 100 è stato cancellato. Per quanto riguarda i voli che possono beneficiare di un risarcimento (ritardi superiori alle ore 3) durante la stagione estiva, sono stati interessati i passeggeri 23.000.

La nostra domanda è: tu, il resto, cosa ti aspetti? O hai bisogno di soldi? 🙂 Richiedi una compensazione finanziaria fino a 600 €!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Cinese (tradizionale)IngleseFranceseTedescoLezioniPortogheserumenoRussianSpagnoloturco