Più di 270.000 passeggeri sono stati rimpatriati dal gruppo Air France nell'ultimo mese

Più di 270.000 passeggeri sono stati rimpatriati dal gruppo Air France nell'ultimo mese

0 201

Nel corso dell'ultimo mese, le operazioni di Air France nel mondo si sono concentrate sul rimpatrio di cittadini di diversi stati e sul trasporto di prodotti e attrezzature mediche. Sono stati trasportati oltre 270.000 passeggeri, tra cui 150.000 cittadini francesi. 7 voli vengono effettuati settimanalmente tra Cina e Francia per garantire il trasporto delle attrezzature mediche necessarie per combattere il COVID-19.

150.000 cittadini francesi sono riusciti a tornare a casa grazie ad Air France e Transavia

Al 14 marzo 2020, Air France e Transavia hanno operato oltre 1.800 voli da 132 aeroporti in 82 paesi, assicurando il rimpatrio di oltre 270.000 passeggeri, tra cui 150.000 cittadini francesi. In un contesto economico in grave deterioramento e in un momento in cui la maggior parte degli aeromobili doveva decollare da Parigi senza passeggeri, Air France e Transavia hanno creato tariffe fisse speciali per il rimpatrio dei passeggeri.

Le operazioni di rimpatrio si stanno avvicinando al completamento nella maggior parte delle regioni, ad eccezione di alcune aree come il Nord Africa, dove la domanda rimane elevata, nonostante siano già stati effettuati oltre 200 voli. Per soddisfare questa esigenza, Air France fornirà alcuni voli in più nelle prossime settimane, previo ottenimento delle autorizzazioni necessarie.

I voli hanno operato per garantire la continuità territoriale e il trasporto di attrezzature e beni medici essenziali per la gestione delle crisi

L'attività di Air France è ora focalizzata sull'implementazione di un programma di volo minimo, equivalente a circa il 5% della capacità normalmente offerta. Ciò ha lo scopo, da un lato, di mantenere la continuità territoriale nelle principali città francesi e territori d'oltremare e, dall'altro, di rimanere in contatto con le principali metropoli europee e mondiali garantendo il trasporto di passeggeri e merci.

Air France è anche attivamente coinvolta nel trasporto aereo tra Cina e Francia, contribuendo a portare maschere e attrezzature mediche. 7 voli vengono effettuati settimanalmente utilizzando gli aerei cargo Boeing 777 e gli aeromobili Boeing 777 comunemente utilizzati per il trasporto passeggeri. I materiali trasportati sono immagazzinati nei magazzini e nelle cabine dell'aeromobile.

L'attuazione di questo piano di rimpatrio e di continuità operativa è stata resa possibile dall'impegno congiunto di tutti gli equipaggi, personale di terra, piloti e assistenti di volo di Air France e Transavia, orgogliosi di contribuire allo sforzo nazionale.

Distanziamento sociale

Attualmente, la maggior parte dei voli operati da Air France non opera a piena capacità per consentire il distanziamento sociale. Nei casi in cui il distanziamento sociale non è possibile, gli equipaggi di Air France distribuiscono maschere all'ingresso dell'aeromobile per i passeggeri che non li hanno già indossati.

A seguito delle decisioni delle autorità locali, per i voli verso il Canada, Los Angeles e New York, Air France informa che è obbligatorio per i passeggeri indossare una maschera protettiva o un elemento equivalente quando escono da Parigi. Queste nuove misure si applicano anche ai passeggeri in partenza da queste destinazioni, che effettuano il check-in in aeroporto e si imbarcano sull'aeromobile, se la distanza sociale non può essere rispettata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.