Il pilota di Pegasus Airlines, volo PC2193, non capiva le indicazioni in turco

0 8.277

La sera del 5 febbraio 2020, Boeing 737-800 (TC-IZK) Pegasus Airlines è partita dalla pista dell'aeroporto internazionale di Istanbul - Sabiha Gökçen e si è rotto a pezzi. L'aereo operava il volo PC2193, sulla tratta Izmir - Istanbul. C'erano 177 passeggeri (di cui 2 bambini) e 6 membri dell'equipaggio. I funzionari hanno annunciato 179 pazienti ricoverati, alcuni con lesioni più gravi. sfortunatamente 3 persone sono morte!

Comandante del velivolo Pegasus, che si spezzò in pezzi a Istanbul, fu arrestato. E l'indagine ha rivelato alcuni problemi. Il copilota, di nazionalità olandese, non ha capito le istruzioni in turco e non è riuscito a frenare in tempo, secondo reuters.com.

Non capiva le istruzioni in turco

Secondo un rapporto preliminare, la torre di controllo ha detto al pilota di annullare la procedura di atterraggio e rimanere nella stiva. A quel tempo, le condizioni meteorologiche erano severe, con forti piogge.

Quindi la torre approvò l'atterraggio, ma i piloti non riuscirono a frenare in tempo. Quando l'aereo aveva 57 nodi, gli inverter e i freni aerodinamici venivano fermati, invece veniva attivato il freno manuale. La decelerazione non ha soddisfatto le aspettative, il che ha portato l'aeromobile a lasciare la pista a circa 60 nodi.

Anche la relazione preliminare ha rivelato qualcosa. Secondo la scatola nera registratore vocale in pozzetto (CVR), i piloti furono presi dal panico per i possibili danni all'aereo dopo il colpo di fulmine. È successo 6 minuti prima dell'atterraggio.

Forse il panico nella cabina di pilotaggio e l'incomprensione nella comunicazione hanno portato a decisioni avventate e azioni sbagliate. Stiamo aspettando il rapporto finale!



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.