32600 nuovi velivoli nei prossimi anni 20

Previsione di Airbus: nuovi aeromobili 32600 per un totale di 5 trilioni di dollari nei prossimi anni 20

0 267

Da il primo volo commerciale operava su 1914 e fino a 32 milioni di voli all'anno attualmente registrati, l'aviazione è diventata parte integrante della nostra vita quotidiana. Con oltre 3 miliardi di passeggeri trasportati ogni anno e oltre 50 milioni di tonnellate di merci trasportate ogni anno, si stima che il trasporto aereo contribuisca con 2.4 a trilioni di dollari al PIL globale.

Airbus ha analizzato il mercato e le stime sono molto ottimistiche. Nei prossimi anni 20 (2015 - 2034), il traffico passeggeri globale aumenterà in media dell'4,6% all'anno, il che comporterà la necessità di nuovi aeromobili 32600 sui sedili 100 (passeggeri 31800 e aeromobili cargo 800), tutto valutato a 4.9 trilioni di dollari. Si stima che in 2034 la flotta globale sarà composta da velivoli 38500. Attualmente, la flotta mondiale conta circa aeromobili 19 000. Dalla flotta attuale, le stime mostrano che circa gli aeromobili 13000 saranno sostituiti con altri più efficienti e un consumo di carburante inferiore.

Nei mercati emergenti, come Cina, Africa, America Latina, India, Medio Oriente, per un totale di oltre 6 miliardi di persone, la crescita sarà più pronunciata, circa lo 5.8% all'anno. Mentre in paesi con economie più sviluppate come quelle dell'Europa occidentale o del Nord America, la crescita sarà solo dello 3.8% all'anno.

La tendenza a viaggiare in aereo sta aumentando. Attualmente, nei mercati emergenti, 25% della popolazione ha un volo all'anno, e questo aumenterà drasticamente da 74% a 2034. Nelle economie avanzate, come il Nord America, la tendenza a viaggiare supererà i due viaggi all'anno.

Il traffico a lunga distanza e mega-città aumenterà notevolmente, da 0.9 milioni di passeggeri al giorno a 2.3 milioni di passeggeri al giorno a 2034. Il numero di megalopoli aumenterà da 47 a 91 a 2034, con 35% del PIL globale focalizzato su di esse. La rete di voli tra megalopoli è ben sviluppata e assorbirà circa il 70% di tutto il traffico passeggeri fino a 2034.

Airbus stima che il mercato richiederà 9600 di velivoli widebody su settori lunghi e molto lunghi, ma anche su una gamma più ampia di settori regionali e nazionali. Un esempio è Airbus A330-300 Regional, che entrerà nel mercato insieme a Saudi Arabian Airlines. Il numero di aeromobili di grandi dimensioni commercializzati nei prossimi anni 20 rappresenterà 30% dell'aumento totale e, poiché il valore rappresenterà 55% dell'importo, circa 2.7 trilioni di dollari. Airbus cercherà di ottenere la migliore quota possibile in questo mercato con i modelli A330, A350 e A380, alcuni dei più moderni velivoli con capacità di trasporto tra i sedili 200 e 500.

Né dovrebbe essere trascurato il mercato degli aeromobili a corridoio singolo. Airbus stima la domanda di 23 000 per nuovi aeromobili con un valore totale di 2.2 trilioni di dollari, che rappresentano 70% delle nuove unità totali e 45% di tutte le consegne. In questo mercato, Airbus è molto buono con la famiglia di aeromobili Airbus A320 e la nuova generazione A320neo.

Allo stesso tempo, Airbus tiene conto anche dei problemi del mercato relativi agli aeroporti, ma anche all'ambiente. Molti aeroporti raggiungono la saturazione e in questi casi un aumento del traffico passeggeri può essere supportato da aeromobili di capacità maggiore e su slot limitati, senza modificare le frequenze operative. Un caso è l'aeroporto di Heathrow di Londra, dove viene aumentato il traffico passeggeri senza voli aggiuntivi, ma utilizzando aeromobili più grandi. Negli ultimi anni 40, lo sviluppo responsabile del settore dell'aviazione commerciale ha ridotto il rumore e il consumo di carburante di circa lo 70% e questa tendenza continuerà con innovazioni come A320neo, A330neo, A380 e A350 XWB.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.