Le disposizioni del piano di gestione di TAROM

Le disposizioni del piano di gestione di TAROM

3 298

TAROM è in un momento delicato. Il governo ha la missione di portare a profitto l'operatore aereo nazionale o di privatizzarlo. La seconda opzione è stata suggerita dal FMI e sembra una buona soluzione, ma nessuno garantisce che la privatizzazione avrà successo.

Quindi viene provata la prima opzione ed è stato eletto un consiglio privato. Gli amministratori, con un mandato di quattro anni, hanno il dovere di rendere TAROM una società redditizia. Dopo diversi mesi di analisi e dichiarazioni, è stato stabilito un piano di gestione per i prossimi anni 3. È stato approvato nella riunione del Consiglio di amministrazione di marzo 11 2013.

Tarom

Al fine di raggiungere l'obiettivo principale dell'azienda, per ottenere profitti in 2015, è necessario introdurre una nuova politica commerciale, molto più dinamica e proattiva. Tutte le priorità dell'azienda sono focalizzate sulle esigenze dei clienti, in modo che i progetti nell'area commerciale mirino ad aumentare il grado di carico al fine di soddisfare le norme standard del settore, la revisione degli orari e la rete di voli in base alla domanda esistente sul mercato, la diversificazione e il miglioramento dei servizi, diversificazione dei pacchetti turistici offerti.

TAROM introdurrà un sistema automatico di gestione della redditività delle rotte e implementerà un nuovo meccanismo di tariffazione più efficiente.

L'accento sarà posto sulle vendite online sul sito www.tarom.roe per incrementare le vendite attraverso le proprie agenzie, verrà introdotto uno schema unico di commissioni di vendita, che includerà i premi per il superamento del livello di vendite target. Gli obiettivi verranno fissati mensilmente, in riferimento agli anni precedenti, e verranno applicate le commissioni di ricompensa per tutti gli importi che superano gli obiettivi mensili. Introducendo questo schema di premi, miriamo ad aumentare le vendite di 5% nel primo anno, attraverso le nostre agenzie.

Per i mercati esteri gestiti da TAROM, saranno conclusi contratti con agenti generali di vendita (GSA) per coprire la maggior parte delle vendite a livello europeo e internazionale, aumentando così i ricavi. Il processo di selezione per gli agenti generali di vendita sarà avviato immediatamente e avrà come obiettivo il maggior numero possibile di mercati europei, ma verrà anche effettuata una valutazione dei mercati del Medio Oriente. Nei prossimi due anni, si stima un aumento delle vendite con 5 fino a 10% all'anno rispetto alle vendite attuali sui mercati esteri.

Armonizzazione della flotta e allineamento della capacità con la domanda del mercato

L'attuale flotta di TAROM è costituita da una raccolta differenziata di aeromobili con diverse capacità, con costi di manutenzione e operativi elevati, che non consentono l'assegnazione di capacità in base alle esigenze del mercato. Al fine di armonizzare la flotta, sarà preparata una documentazione di gara che consentirà discussioni con tutti i principali produttori di aeromobili e la decisione sul nuovo fornitore sarà presa al più presto. Tutti i grandi produttori possono offrire una flotta che genererà risparmi significativi nei costi operativi e nei consumi di carburante rispetto all'attuale flotta dell'azienda.

Per coprire il rischio di cambio

Data la volatilità del leu rispetto alle valute internazionali, come il dollaro USA e l'euro, la società è significativamente esposta alle fluttuazioni del mercato dei cambi, in quanto genera una grande quantità di ricavi espressi in lei o in euro, mentre gran parte dei costi è espresso in dollari USA. Ogni mese, TAROM ha un avanzo di euro e un deficit di dollari USA. Per eliminare le ingenti perdite generate da questa situazione, saranno prese al più presto misure di copertura del rischio, dopo aver valutato i requisiti di flusso di cassa in base alla valuta.

Ottimizzare l'efficienza degli acquisti

TAROM ha sviluppato una nuova versione migliorata del regolamento interno sugli appalti, al fine di garantire processi di appalto più trasparenti ed efficienti che rispondano alle esigenze commerciali dell'azienda. Entrata in vigore delle modifiche al GEO n. Da 34 / 2006 a 01.01.2013, modifiche apportate tramite GEO n. 77 / 2012 e la quotazione di TAROM come autorità aggiudicatrice rappresentano uno svantaggio competitivo che può irrigidire e persino bloccare l'attività dell'azienda. Inoltre, TAROM non soddisfa le condizioni per essere un'amministrazione aggiudicatrice, secondo le direttive europee in vigore, quindi sono già state prese le misure necessarie per esentare TAROM da questa ordinanza, e il Ministero dei Trasporti ha offerto alla compagnia il supporto necessario per sostenere questo sforzo. L'esenzione TAROM dall'applicazione di questa legge è stimata al più presto e la società applicherà in futuro il regolamento sugli appalti interni, al fine di poter attivare le condizioni di concorrenza specifiche per il settore del trasporto aereo.

Il comitato di supervisione degli appalti, organizzato a livello del consiglio di amministrazione, supervisionerà e monitorerà il processo di appalto.

Rinegoziazione di contratti esistenti

Nuove polizze assicurative aeronautiche migliorate saranno negoziate per ridurre i costi. Le rinegoziazioni di tutte le polizze assicurative della compagnia saranno avviate quando arriverà il momento del loro rinnovo durante l'anno 2013, rispettando le procedure di conformità, poiché si ritiene che vi sia un margine sostanziale per migliorare le tariffe. La direzione ritiene che sia possibile migliorare i costi sia con le polizze assicurative aeronautiche sia con le assicurazioni per i dipendenti.

È stata avviata la rinegoziazione dei contratti con i principali fornitori dell'azienda. Il management dell'azienda ha già ottenuto sconti da 5% a 10% nel caso di contratti 12, generando riduzioni dei costi di circa un milione di dollari all'anno. Le rinegoziazioni con il resto dei fornitori dell'azienda continueranno nei prossimi mesi.

Nuova politica di approvvigionamento di carburante

Verrà introdotta una nuova politica di approvvigionamento di carburante, che comporterà risparmi e risparmi di 5 fino a 10% all'anno. Dato che l'30% dei costi operativi totali sono costi di carburante, dovrebbe essere introdotto un nuovo metodo di registrazione e misurazione del carburante, che includa azioni tecniche specifiche che hanno l'effetto di ridurre il consumo di carburante, con tutte le norme di sicurezza ripetute in la forza.

Riduzione dello stock di parti esistenti

Saranno prese misure per ridurre le scorte per la generazione di liquidità, attraverso procedure controllate e pianificate, per eliminare parti inutilizzate o usate raramente, liberando spazio e sbloccando denaro dal capitale attualmente bloccato in queste scorte. Questa azione inizierà immediatamente e continuerà per i prossimi mesi 6. L'obiettivo è di rilasciare scorte esistenti con 15% ogni anno.

Programma di ritiro volontario

A partire da questo mese, verrà implementato un programma di ritiro volontario del personale, che sarà condotto secondo alcune misurazioni e in modo controllato. Questo programma durerà per tutto l'anno 2013 e sarà rivisto alla fine dell'anno per vedere se deve essere esteso anche nell'anno 2014. L'obiettivo di questo piano è di ridurre il personale mensilmente in modo che le attività dell'azienda non vengano influenzate o interrotte. L'obiettivo è che entro la fine dell'anno il personale dell'azienda sarà ridotto dell'10%.

Ottimizzazione dei vantaggi di SkyTeam

È necessario adottare misure immediate per riesaminare e migliorare la posizione TAROM all'interno dell'alleanza al fine di ottimizzare le opportunità di marketing e generazione di entrate. Questa attività verrà svolta negli anni 2013 e 2014. TAROM deve sfruttare le opportunità offerte da SkyTeam ampliando la rete di cooperazione con i partner dell'alleanza, operando nuove rotte che potrebbero essere di reale interesse per i partner, una partecipazione più attiva al processo decisionale di SkyTeam e proteggendo più efficacemente gli interessi commerciali. di TAROM.

Migrazione a una piattaforma IT comune

Ora ci sono molti fornitori e numerosi sistemi IT interni e l'uso di fornitori di terze parti è diventato estremamente costoso, soprattutto nel caso di sistemi commerciali (vendita, biglietteria e distribuzione) e contabili. La migrazione a una piattaforma IT comune semplificherà il modo in cui funziona e consentirà l'uso della tecnologia moderna a costi di circa il 20% dei costi attuali. La gara d'appalto e la decisione di selezionare un singolo fornitore saranno prese durante l'anno 2013. La migrazione a un'unica piattaforma terrà conto di tutti i sistemi IT utilizzati dall'azienda, dai sistemi di gestione dell'equipaggio, all'introduzione di moduli di e-commerce, sistema di prenotazione, sistema di controllo delle partenze, sistema di ottimizzazione delle entrate. La migrazione avverrà gradualmente e saranno garantite la funzionalità e la completa sicurezza delle operazioni e dei sistemi.

Centri di profitto indipendenti

Verrà presa in considerazione la trasformazione di alcune attività della compagnia, come le attività relative a voli charter, merci, centro di addestramento, attività tecnica, in centri di profitto indipendenti, ma queste decisioni saranno prese sulla base di un'analisi dettagliata e dettagliata nel periodo immediato prossimo. Tutte queste attività rimarranno parte di TAROM, operando come unità di business indipendenti e orientate al profitto.

Direzione tecnica

La direzione tecnica TAROM nella sua forma attuale è organizzata come una divisione di manutenzione interna. La divisione è una risorsa fondamentale per l'azienda, poiché oltre all'unità di manutenzione che comprende officine, strumenti, pezzi di ricambio, piattaforme di lavoro, ecc., È necessario tenere conto del know-how e della forza lavoro altamente qualificata per tre. delle flotte di aeromobili più utilizzate al mondo: Airbus, Boeing e ATR.

Ciò è dovuto al fatto che l'unità esegue quasi tutti i controlli interni della flotta. La Direzione Tecnica della società TAROM soddisfa assolutamente tutti i criteri per essere posizionata come un forte concorrente sul mercato, ma per questo ha bisogno di una gestione indipendente e di una propria struttura di governance. Analizzerà la trasformazione della direzione tecnica TAROM in un'entità separata che continuerebbe a operare sotto la guida di TAROM, ma responsabile dei propri risultati finanziari, utilizzando al massimo tutte le sue attività, la forza lavoro e tutte le strutture.

Il piano è ok ed ottimista. Sono lieto di vedere che le aberrazioni nelle dichiarazioni di alcuni politici non sono state prese in considerazione e mi riferisco alla rimozione di TAROM da IATA e SkyTeam. Sarebbe stato un colpo potente. Ma ci sono molti punti interrogativi su questo piano perché non è stato detto nulla di concreto. Il numero di dipendenti ottimali non è noto, si spera in alcuni budget aggiuntivi attraverso attività secondarie (trasporto merci, regate charter), ma non si sa nulla di flotta, approvvigionamento e i problemi relativi alle normative con le aste e gli stipendi dei dipendenti non sono ancora stati risolti. .

La Romania perderebbe molto in termini di immagine se il vettore aereo nazionale fallisse. Questo paese ha fatto grandi nomi nel settore dell'aviazione e significherebbe la distruzione di una storia. Voglio fidarmi di TAROM, personalmente, negli aerei. Spero in un TAROM redditizio e prospero.

Commenti 3
  1. AG57 dice

    Aumento del lavoro!

  2. Michael dice

    Esci da Skyteam? È questa la loro idea di ottimizzazione e riduzione dei costi?

  3. Sorin Rusi dice

    Era un'ipotesi lanciata da un grande politico che confronta TAROM con Wizz Air ... Sa come fare affari nel settore dell'aviazione ...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.