Il primo Airbus A320 "made in USA" è stato consegnato a Spirit Airlines

Il primo Airbus A320 "made in USA" è stato consegnato a Spirit Airlines

0 242

In agosto 28, Airbus ha celebrato un'importante pietra miliare nel suo sviluppo negli Stati Uniti. Ha consegnato il primo aereo A320 "made in USA". Questo è il velivolo 37 assemblato nello stabilimento di Mobile, Alabama, USA, da quando è iniziata la produzione nel luglio 2015, ma le altre unità erano del tipo A321.

funzionari-A320 Spirit-Airlines

Airbus A320 "made in USA"

Bob Lekites, Executive Vice President-Clienti, Airbus Americas, ha dichiarato: Airbus ha raggiunto un altro punto di riferimento offrendo il primo Airbus A320 realizzato su dispositivi mobili. Indubbiamente, la famiglia di aeromobili A320 soddisfa le esigenze dei clienti nordamericani, la prova sta nell'36 degli aeromobili A321 già consegnati dalla fabbrica statunitense. Siamo lieti di festeggiare questo traguardo con un partner eccellente: Spirit Airlines. ”

La famiglia di aeromobili A320 è il più venduto e comprende quattro modelli a corridoio singolo (A318, A319, A320, A321). In genere, un Airbus A320 può trasportare una media di passeggeri 150 in una configurazione a due classi.

Ma può anche essere configurato per trasportare passeggeri 180 in un'unica classe, una configurazione utilizzata dalle compagnie aeree specializzate in voli charter e low cost. Ad oggi, la famiglia di aeromobili A320 ha registrato ordini per oltre 13200. Oltre 7 Gli aeromobili 700 sono stati consegnati a circa 400 clienti in tutto il mondo.

Per espandere la produzione, ma anche per facilitare la consegna degli aerei A320, Airbus ha costruito una catena di montaggio a Mobile, Alabama, Stati Uniti. La fabbrica ha aperto a settembre 2015. Airbus prevede di consegnare quattro velivoli / mese dalla fabbrica mobile entro la fine di quest'anno.

Il progetto Airbus ha facilitato la creazione di centinaia di nuovi posti di lavoro nella regione. Airbus afferma che l'85% dei suoi dipendenti proviene dalla regione Mobile, con quasi un terzo di veterani.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.