Il problema delle corsie per i bagagli e delle code infinite presso gli uffici del check-in all'aeroporto Henri Coanda

0 467

Le vacanze sono finite e i rumeni stanno iniziando a trasferirsi nelle loro case in altri paesi. Stiamo parlando di quella diaspora, che conta oltre 4 milioni di rumeni. Molti di loro arrivano in Romania solo a Pasqua e Natale. In questi giorni, la notizia principale riguardava il traffico affollato ai confini, ma anche l'affollamento negli aeroporti.

E tutto è finito il 3 gennaio 2020, quando centinaia di rumeni erano seduti in fila senza fine ai banchi del check-in. È normale stare in coda quando migliaia di passeggeri vogliono lasciare il Paese. Ma i nervi iniziano a diffondersi quando qualcosa non funziona nelle infrastrutture dell'aeroporto.

Nella prima parte della giornata, centinaia di passeggeri sono stati costretti a stare accanto al bagaglio all'aeroporto Henri Coanda di Bucarest. L'aeroporto principale della Romania, la principale porta di accesso al paese, ha avuto problemi con la fascia bagagli.

Il comunicato stampa ufficiale dell'aeroporto internazionale Henri Coandă

Durante la prima parte della giornata del 3 gennaio 2020, all'aeroporto Henri Coanda c'erano folle ai banchi del check-in, soprattutto a causa dell'elevato numero di bagagli da stiva consegnati dai passeggeri. Ce n'erano molti, al di sopra del livello di un giorno qualunque. In queste condizioni, sebbene non siano stati rilevati guasti nei sistemi di trasporto bagagli. Operavano in modo intermittente, a causa di un sovraccarico e caricamento errati da parte del personale degli agenti di gestione. Inoltre, si sono verificate ripetute cadute di tensione sulla rete elettrica che alimenta l'aeroporto, con conseguenti lievi interruzioni di altri sistemi nel terminal. Citiamo che anche l'alimentazione dei sistemi vitali è dotata di generatori, in modo che funzionino senza interruzioni. Notiamo anche che non ci sono stati ritardi significativi nelle gare.

Buono! Capisco che l'aeroporto non è pronto per processare migliaia di passeggeri all'ora nella prima parte della giornata. Troppi voli, troppi passeggeri, sistemi di crack. Bene, allora perché sono state approvate le slot di volo?

Andando avanti, io come passeggero vengo? Ho pagato il biglietto, ho pagato il diritto di trasportare una o due stive. Il 99% dei passeggeri è conforme alle dimensioni e ai pesi imposti dalle compagnie aeree. Bene, allora, dove sarebbe il problema?

Il rilascio incolpa anche gli agenti di gestione, in quanto non utilizzerebbero correttamente il nastro. Ma cosa posso fare loro? Mi siedo su di esso e freno? Metto i bagagli in una corda indiana? Realizzo piramidi dai bagagli? Secondo le informazioni ricevute dai passeggeri dell'aeroporto, questi agenti sono arrivati ​​ai bagagli con le mani perché non è stato possibile trovare carrelli.

Mancanza di investimenti e scarsa manutenzione dei sistemi

E ora sono seduto e mi chiedo. Ma come possono decine di migliaia di passeggeri l'ora elaborare aeroporti in altri angoli del mondo? O aveva band migliori e migliori? Ok, hanno più terminali? Non sono così affollati come all'aeroporto di Bucarest?

Lascia che ti dica come faccio le cose. Sono comparsi problemi con la fascia bagaglio terminale esteso (quello aperto nel 2012). Dal 2012 e fino ad ora ci sono stati pochi investimenti in infrastrutture. E ovviamente, nemmeno il nastro trasportatore dei bagagli pensa di aver beneficiato della modernizzazione. E quando mancano gli investimenti, i risultati sono visibili oggi. Ma è più facile incolpare gli altri e vittimizzare.

Se questa situazione fosse un caso isolato, oggi avrei potuto superare il problema. No, i problemi all'aeroporto internazionale Henri Coandă sono comuni. Nel settembre 2019, diversi sistemi hanno fallito a causa di a Commutazione automatica da 0,4 kV da una stazione di trasformazione. su Radiografia del disastro all'aeroporto di Otopeni discutiamo un'altra occasione.

È più facile incolpare gli altri

Fino a ottobre, il direttore della National Airports Company di Bucarest ha dato alle società di gestione e menziona quanto segue:

"Abbiamo discusso, negli ultimi due mesi, con ciascun agente di gestione, abbiamo inviato loro notifiche e sanzioni per l'attività svolta. Con queste notifiche abbiamo chiesto loro di migliorare il loro parcheggio entro la metà dell'anno, avere almeno autobus Euro 6, per la sicurezza e il comfort dei passeggeri e che devono migliorare i tempi di consegna dei bagagli ”, ha dichiarato George Alexandru Ivan, in un intervento su Digi 24.

Bene, come migliorare i tempi per l'elaborazione dei bagagli, quando l'infrastruttura fornita è "stanca"? Si desidera aumentare il numero di passeggeri all'aeroporto Henri Coandă, ma ovviamente non vengono effettuati investimenti in questa direzione. A riprova del fatto che la fascia del bagaglio si attenua a pochi passeggeri presenti all'aeroporto contemporaneamente. Ricordo con orrore come sono rimasto quasi un'ora a prendere il bagaglio da stiva su un volo interno, che ha impiegato 45 minuti. SÌ, un'ora ho aspettato 10 persone per 10 bagagli e questo era quando l'aereo era parcheggiato vicino al terminal.

Cari rappresentanti della CNAB, prima di vittimizzare e incolpare gli altri, adottano misure di modernizzazione rapida. E fino al nuovo terminale, aggiornare e mantenere i sistemi esistenti, rendere le cose più efficienti. Fai qualcosa con i parcheggi, che hanno alcuni sistemi di ricarica mesozoici. Fai qualcosa con il traffico intorno all'aeroporto, che è diventato infernale. Né voglio aprire l'argomento sulla mancanza di investimenti negli ultimi anni. Diamo agli altri!

Rispetto il lavoro svolto da molti all'aeroporto Henri Coanda, ma lo apprezzerei ancora di più se esercitassero maggiore pressione sulla gestione affinché faccia qualcosa per migliorare l'infrastruttura.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.