Qantas si prepara alla ripresa dei voli internazionali

0 198

Non c'è dubbio che la pandemia di Covid-19 abbia causato disagi e disagi alle compagnie aeree. Inoltre, il virus ha costretto i governi dei paesi a chiudere i confini per impedire la diffusione del virus. Ora, gradualmente, si allentano le restrizioni, si riaprono le frontiere e si riprendono i voli per favorire la ripresa economica.

I mercati chiave per i viaggi leisure e turistici come l'Europa e il Nord America hanno riaperto, dopo che il numero di vaccinazioni è aumentato abbastanza da rilanciare destinazioni strategiche. La situazione attuale favorisce la riapertura delle frontiere e la ripresa dei viaggi internazionali, in particolare per l'Australia, che è ancora chiusa. Di conseguenza, la compagnia di bandiera australiana ha recentemente definito i suoi piani di rilancio per riavviare i voli internazionali nelle giuste circostanze.

Per il programma dei voli internazionali, Qantas prevede di riprendere i voli internazionali a lungo raggio verso destinazioni - dove i tassi di vaccinazione sono elevati - come Nord America, Regno Unito, Giappone e Singapore, utilizzando la sua flotta di Boeing 787 Dreamliner e Airbus A330.

Qantas vuole anche riportare in servizio gli Airbus A380 per i voli da Sydney a Los Angeles e Londra.

Altre destinazioni internazionali che la compagnia aerea vuole riprendere includono Hong Kong - nel febbraio 2022 - e la Nuova Zelanda - dalla fine di quest'anno, a seconda della situazione della pandemia. Qantas vuole anche riportare in servizio gli Airbus A380 per i voli da Sydney a Los Angeles e da Sydney a Londra via Singapore nel 2022.

Mentre Qantas si prepara alla ripresa dei tanto attesi voli internazionali dopo la riapertura delle sue frontiere nelle giuste condizioni, il vettore ha anche annunciato l'obbligo di vaccinazione per i suoi dipendenti all'inizio di questo mese. L'equipaggio di cabina, i piloti e gli operatori aeroportuali dovrebbero essere completamente vaccinati entro il 15 novembre, mentre il personale ausiliario dovrebbe essere completamente vaccinato entro il 31 marzo del prossimo anno.

La luce alla fine del tunnel si sta avvicinando all'Australia, in gran parte a causa del programma di vaccinazione. Per Qantas, è una necessità tanto attesa, poiché la compagnia aerea avrà l'opportunità di ricostruire la sua rete di rotte a lunga distanza e attirare turisti. Indubbiamente, i passeggeri vogliono viaggiare, ma la sfida per Qantas è quella di effettuare i suoi voli in modo sicuro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.