"Ribelli con una causa" - L'aeroporto di Iasi informa e impedisce

"Ribelli con una causa" - L'aeroporto di Iasi informa e impedisce

0 213

L'aeroporto di Iasi è nuovamente coinvolto in progetti incentrati sull'informazione e la prevenzione, dopo che l'anno scorso la polizia dei trasporti ha condotto una campagna per prevenire la perdita dei bagagli.

Campania "Ribelli con una causa" effettuato da Aeroporto internazionale di Iasi e avendo come partner l'Ispettorato per le situazioni di emergenza della Contea di Iasi, l'Ispettorato di Gendarmi della Contea di Iasi, SMURD Iasi, la Croce Rossa Iasi, club motociclistici, inizia oggi 15 luglio e continuerà fino alla fine del mese. La campagna mira ad aumentare il grado di civiltà e il rispetto reciproco tra i partecipanti al traffico stradale. Le attività vengono svolte anche sull'infrastruttura di movimento dell'aeroporto internazionale di Iasi, senza disturbare il programma di volo, con notifica a tutte le autorità competenti e con la garanzia di tutte le condizioni di sicurezza dell'aeroporto.

ribellarsi con la causa

Venerdì 25 luglio, nel parcheggio dell'aeroporto di Iasi ci sarà un esercizio di rilascio ISU-SMURD e una dimostrazione di pronto soccorso, Sabato 11 luglio ci sarà una dimostrazione sportiva di auto-moto sulla pista dell'aeroporto di Iasi, e Domenica 11 luglio un mini-recital si terrà in memoria di Adrian Berescu, supportato dall'artista Filip Papa, membro del Quartetto Ad Libitum. L'evento si concluderà, anche nel parcheggio dell'aeroporto di Iasi, con una mostra di motociclette di vario tipo, insieme a dispositivi di protezione e proprietari.

"Attraverso questa campagna mostriamo l'apertura per organizzare o essere partner in attività simili all'aeroporto di Iasi. È ovvio che attualmente, a causa dell'aumento del traffico aereo, le condizioni organizzative sono più difficili. Il "giorno delle porte aperte" che altre istituzioni organizzano ha un diverso specifico per noi, considerando le regole di sicurezza che devono essere rigorosamente osservate. Ma le nostre porte sono aperte per eventi simili, che si svolgono in un ambiente organizzato. ”Ha dichiarato il sig. Marius BODEA, presidente del consiglio di amministrazione dell'aeroporto internazionale di Iasi.

L'evento è rivolto sia ai conducenti su 4 (quattro) ruote, sia a coloro che guidano motociclette, scooter o ciclomotori, sia ai ciclisti. Il messaggio principale che l'aeroporto di Iasi vuole trasmettere è che l'altissima velocità ha la logica su un circuito appositamente organizzato - auto, moto, kart - o sulla pista di un aeroporto, in nessun caso nel traffico stradale dove velocità e disattenzione possono avere conseguenze tragiche. L'aeroporto di Iasi riunisce le "parti" coinvolte nel traffico stradale e offre le sue infrastrutture per promuovere la loro "causa": rispetto reciproco.

Maggiori dettagli sulla Campagna sono disponibili sulla pagina ufficiale dell'evento: https://www.facebook.com/events/486841091460182

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.