La Romania ha aggiornato la lista del rischio epidemiologico: Kosovo in rosso, Maldive, Tunisia, Svizzera in giallo! (19 agosto)

3 5.029

Il Comitato Nazionale per le Situazioni di Emergenza ha adottato nella riunione odierna, 19 agosto 2021, la Decisione CNSU numero 61 per aggiornare l'elenco dei Paesi/territori ad alto rischio epidemiologico.



L'elenco entra in vigore il 22.08.2021, alle ore 00.00.

Le modifiche alla lista sono:
- sono entrati in zona rossa: Santa Lucia e Kosovo;
- sono entrati in zona gialla:
· XNUMX€dalla zona rossa, a seguito di una diminuzione dell'incidenza: Maldive, Bahamas, Andorra, Isole Vergini Britanniche e Tunisia;
· XNUMX€dall'area verde, a seguito dell'aumento dell'incidenza: Svizzera, Macedonia settentrionale, Liechtenstein, Azerbaigian, Guam, Guernsey, Belize, Giamaica, Isole Turks e Caicos e Bonaire, Saint Eustatius e Saba;
- sono entrati nell'area verde: Indonesia, Colombia, Bermuda, Namibia e Kirghizistan.

Misure restrittive a seguito del viaggio in Romania, a seconda della zona di partenza!

  • Se viaggi nella zona rossa (es. Spagna, Gran Bretagna, ecc.) in Romania, verrai messo in quarantena per 14 giorni, avendo la possibilità di abbreviare la quarantena se esegui il test l'8° giorno. Il test PCR fatto prima del viaggio non ti aiuta a evitare la quarantena all'ingresso in Romania. Tuttavia, se sei vaccinato puoi essere esentato dalla quarantena.
  • Se viaggi nella zona gialla (es. Paesi Bassi, Malta, ecc.) in Romania, è necessario presentare al vettore la prova di aver eseguito un test PCR, con esito negativo, eseguito al massimo 72 ore prima dell'imbarco, al fine di evitare la quarantena. Se sei vaccinato, i test e la quarantena non sono più necessari.
  • Puoi viaggiare nel verde (es. Germania, Italia, Bulgaria, ecc.) in Romania senza restrizioni e senza test, quindi non è necessario presentare alcun documento (a parte il viaggio) prima dell'imbarco.

I bambini di età inferiore a 6 anni non devono essere sottoposti a test per la PCR se tornano da una zona gialla o rossa!

Passeggeri con certificato digitale europeo COVID Non passo più attraverso il controllo DSP dall'aeroporto Henri Coandă - Otopeni!

Il certificato digitale UE COVID-19 sarà l'unica prova di vaccinazione/test riconosciuti al valico di frontiera, dal 13 agosto.

La classificazione dei paesi / territori a rischio epidemiologico, in base al tasso di incidenza cumulativo a 14 giorni, viene eseguita in 3 categorie come segue:

  1. Zona verde - dove il tasso di incidenza cumulativo dei nuovi casi di malattia negli ultimi 14 giorni per 1.000 abitanti è inferiore o uguale a 1,5;
  2. Zona gialla - dove il tasso di incidenza cumulativo dei nuovi casi di malattia negli ultimi 14 giorni per 1.000 abitanti è compreso tra 1,5 e 3 per 1.000 abitanti;
  3. Zona rossa - dove il tasso di incidenza cumulativo dei nuovi casi di malattia negli ultimi 14 giorni su 1.000 abitanti è maggiore o uguale a 3 per 1000 abitanti.
Commenti 3
  1. elena dice

    Ciao.
    Se torno dalla Spagna alla Romania con il vaccino fatto. Non sono in quarantena, ma ho ancora bisogno di un test PCR?
    grazie

    1. Cristina dice

      Ciao. Se hai il vaccino completo (le due dosi) e sono trascorsi 14 giorni dal richiamo, non c'è bisogno di essere messi in quarantena all'arrivo in Romania. Devi solo specificare alla frontiera, al momento del controllo, che sei vaccinato e presentare il certificato di vaccinazione.

      1. elena dice

        Grazie mille!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.