La Romania NON richiede necessariamente la presentazione di un test PCR negativo all'ingresso nel paese

0 86.544

AGGIORNAMENTO 4 giugno 2021: UFFICIALE: La Romania ha aggiornato la lista rossa, gialla, verde. Paesi Bassi, Svezia, Lettonia sono nella lista gialla e Croazia, Cipro, Turchia, Svizzera sono nella lista verde!

AGGIORNAMENTO 27 maggio 2021: La Romania ha aggiornato le liste rossa, gialla, verde. Cipro, Croazia, Belgio, Slovenia sono nella lista gialla; Italia, Germania, Austria e Spagna sono nella lista verde! La Gran Bretagna è stata declassata al rosso!

A partire dal 15 maggio, la Romania NON richiede necessariamente la presentazione di un test PCR negativo all'ingresso nel paese. In particolare, il 14 maggio è stata adottata la decisione 28 il sistema di classificazione dei paesi è cambiato.

La Romania NON richiede un test PCR negativo

Così, La Romania ora ha un semaforo: lista verde, lista gialla e lista rossa. Per ogni elenco sono state stabilite una serie di regole e una serie di eccezioni. Ovviamente, se viaggi in Romania da un'area verde, non hai bisogno di un test PCR negativo e NON sarai messo in quarantena.

Per i viaggi nella zona gialla, la Romania non richiede necessariamente un test PCR negativo, ma si consiglia di eseguire il test per evitare la quarantena.

Sorgono problemi e confusioni per chi vuole viaggiare nelle zone rosse e gialle. Nell'attuale contesto della pandemia e in seguito alle nuove classificazioni, la Romania NON richiede la presentazione di un test PCR negativo all'ingresso nel paese. Ma i viaggiatori provenienti dalle aree gialle e rosse saranno messi in quarantena per 14 giorni, afferma l'articolo 3.

Art.3 - A seconda della classificazione dei paesi / territori a rischio epidemiologico prevista all'art. 2, all'ingresso di persone nel territorio della Romania, si applicano le seguenti misure:

  • Per le persone in arrivo sul territorio rumeno dall'area prevista dall'art. 2 lit. a) (area verde) non viene stabilita alcuna misura di quarantena;
  • Per le persone in arrivo sul territorio rumeno dalle zone previste dall'art. 2 lit. b) (zona gialla) ec) (zona rossa) la misura di quarantena è stabilita a casa, nel luogo dichiarato o nello spazio speciale destinato per un periodo di 14 giorni.

L'articolo 4 della decisione 28 fa riferimento alle eccezioni di quarantena per coloro che viaggiano nella zona gialla.

È solo che, come ho detto sopra, c'è un elenco di eccezioni per ogni area. L'articolo 4 della decisione 28 fa riferimento alle eccezioni di quarantena per coloro che viaggiano nella zona gialla.

La punto w) si segnala che le persone che mostrano un test RT-PCR negativo per l'infezione da virus SARS-CoV-2, eseguito entro e non oltre 72 ore prima dell'imbarco (per chi viaggia con i mezzi pubblici) sono esentate dalla misura di quarantena. - aereo, treno, minibus / bus) o ingresso nel territorio nazionale (per chi viaggia con mezzi propri - auto guidata personalmente).

Anche nell'articolo 4 di H28 compare alinea x) affermando che anche le persone che sono state vaccinate contro il virus SARS-CoV-2 sono esentate dalla quarantena, compresa la seconda dose per i tipi di vaccino somministrati in due dosi e per i quali sono trascorsi almeno 2 giorni all'ingresso in Romania.

Per viaggiare nella zona rossa, la Romania non richiede necessariamente un test PCR negativo. Anche se ce l'hai, NON ti aiuta a sbarazzarti della quarantena

Per chi sceglie di viaggiare dalla zona rossa alla Romania, la presentazione di un test PCR negativo NON aiuta ad evitare la quarantena. In ogni caso la quarantena di 14 giorni è inevitabile se non ti trovi nell'elenco delle categorie che fanno eccezione alla regola.

Secondo la Decisione 28, oltre a quelle categorie professionali, fanno eccezione alla quarantena anche quelle vaccinate contro il virus SARS-CoV-2, compresa la seconda dose per i tipi di vaccino somministrati in due dosi e per i quali almeno 2 giorni prima entrare in Romania.

Decisione 28, approvata il 14 maggio 2021 e applicabile dal 15 maggio 2021

Le risposte di DSP Bucarest e delle compagnie aeree TAROM e Blue Air

Poiché abbiamo assistito a molte discussioni contraddittorie, con i passeggeri che accusavano le compagnie di rifiutare loro l'imbarco sulla base del fatto che non avevano un test PCR negativo, abbiamo avviato una breve indagine. Ho chiamato DSP Bucarest e ho chiesto chiarimenti alle compagnie aeree Wizz Air, Blue Air e TAROM.

Lo ha detto il DSP Bucarest La Romania NON richiede necessariamente la presentazione di un test PCR negativo all'ingresso nel paese, ma in teoria ogni compagnia aerea potrebbe applicare alcune misure stabilite internamente. Secondo la legge, la Romania non richiede più il test PCR negativo obbligatorio all'imbarco. Ovviamente mi sono state spiegate le misure che ho presentato sopra e il vantaggio di presentare il test PCR negativo se si viaggia dalla zona gialla.

La risposta di TAROM

TAROM lui mi ha detto che l'operatore aereo statale NON richiede nulla oltre alle disposizioni di legge stabilite dalle autorità. Nel contesto attuale, TAROM non rifiuta l'imbarco di passeggeri che NON hanno un test PCR negativo, ciascuno ipotizzando una quarantena di 14 giorni se viaggiano dalla zona rossa o gialla. Allo stesso tempo, il rappresentante TAROM mi ha spiegato le misure adottate e le eccezioni esistenti che vi ho anche presentato sopra ai sensi della Decisione 28.

La risposta di Blue Air

Blue Air ha aggiornato le procedure di imbarco e ad esse è stata allineata la normativa vigente.

Rispondi Wizz Air

Secondo le informazioni ricevute, Wizz Air non applica misure diverse da quelle stabilite per legge da ciascun paese di destinazione.

Ogni paese stabilisce le proprie regole di ingresso

A mio parere personale, bloccare l'imbarco dei passeggeri su SPRE Romania in quanto NON ha un test PCR negativo può essere un abuso da parte delle compagnie aeree. Concordo con le misure di prevenzione igienica e sanitaria, ma condizionare il viaggio in Romania basato sul test PCR, nel contesto in cui la Romania NON lo richiede più, può essere un abuso.

ATTENZIONE!!! Ogni paese stabilisce le proprie regole di ingresso. Ad esempio, se viaggi DALL'Italia ALLA Romania, essendo l'Italia nella zona verde, il test PCR negativo non è obbligatorio. Ma se viaggi DALLA Romania ALL'Italia, devi presentare a bordo un test PCR/antigene negativo (massimo 48 ore) e non mettere in quarantena in Italia.

Ti consigliamo di controllare costantemente le modalità e le condizioni di viaggio in ogni paese di destinazione. Non applicare in modo uniforme e fare la differenza di direzione. Uno è quando voli in Romania e un altro è quando voli dalla Romania verso qualsiasi paese europeo o in un altro continente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.