Il capo della FAA ha effettuato un volo di prova con un Boeing 737 MAX

Il capo della FAA ha effettuato un volo di prova con un Boeing 737 MAX

0 287
Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<<per volo ritardato o cancellato. Puoi avere diritto a un massimo di € 600.

Il 30 settembre 2020, il Boeing 737 MAX 7 N7201S ha effettuato il volo di prova BOE701. Steve Dickson, capo della Federal Aviation Administration (FAA), era al timone.

L'aereo è decollato da Boeing Field (BFI) alle 8:51 (GMT-7) e lo ha portato a est, compiendo alcune virate brusche sul centro di Washington. Ha poi operato quasi touchdown all'aeroporto internazionale di Grant County (MWH), Moses Lake, ed è tornato a Boeing Field (BFI).

Volo di prova BOE701 operato con Boeing 737 MAX
Percorso di volo BOE701 (Immagine: Flightradar24 )

Il Boeing 737 MAX 7 N7201S, utilizzato nel volo di prova BOE701, è stato il primo MAX 7 assemblato. Da marzo 2018, è stato utilizzato per testare il sistema MCAS, che è stato ridisegnato dalla FAA e da Transport Canada.

Steve Dickson ha annunciato che volerà con un Boeing 737 MAX su uno dei voli di prova, affermando che "non firmerà la ricertificazione di questo modello fino a quando tutte le raccomandazioni della FAA non saranno state completate".

Il suo volo è stato uno dei centinaia effettuati da varie autorità dell'aviazione civile nel processo di ricertificazione dell'aereo.

Vi ricordiamo che l'intera famiglia di aeromobili Boeing 737 MAX è stata arrestata a terra dopo 2 incidenti con vittime, avvenuti 2 anni fa. La ricerca ha dimostrato che il sistema MCAS ha dato un contributo importante agli incidenti. Successivamente, sono stati scoperti altri problemi, che sono stati risolti secondo le raccomandazioni della FAA.

La FAA mira a revocare il divieto sui Boeing 737 MAX entro la fine del 2020. L'Agenzia dell'Unione europea per la sicurezza aerea (EASA) ha completato i suoi voli di prova all'inizio di settembre 2020 e potrebbe revocare il divieto a novembre.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.