Ryanair svela una strategia ambiziosa per le operazioni post-pandemia: 225 milioni di passeggeri e più di 200 737 MAX entro il 2026

0 280

La compagnia aerea low cost con sede a Dublino si sta concentrando principalmente sull'espansione della propria flotta e dei propri hub, in quanto prevede di servire fino a 225 milioni di passeggeri entro il 2026. La stima è di circa 25 milioni di passeggeri in più rispetto al precedente obiettivo del vettore.

Ryanair prevede di ricevere 210 Boeing 737 MAX 8200 (Gamechanger) entro dicembre 2024. La compagnia aerea potrebbe iniziare a far volare MAX prima, ma a causa di due incidenti Boeing MAX nel 2018 e nel 2019, il vettore ha ricevuto il suo primo MAX solo nel giugno 2021, con un ritardo di due anni.

Questa variante speciale del MAX si basa sul 737 MAX 8 e Boeing l'ha sviluppata in risposta alle precedenti previsioni sulla rapida crescita del settore low cost. "Le prestazioni del velivolo B737 Gamechanger quest'estate hanno superato le nostre aspettative. Affidabilità operativa, consumo di carburante e basse emissioni di CO2 hanno finora superato tutte le aspettativeHa detto Michael O'Leary, CEO di Ryanair.

Ryanair prevede attualmente di ricevere 12 aeromobili MAX nel 2021, sei dei quali saranno dipinti con la livrea Malta Air. Altri 50 Boeing 737 MAX saranno ricevuti entro l'estate del 2022.

Inoltre, Ryanair prevede di aprire 10 nuove basi in Europa entro la fine del 2021. Secondo O'Leary, il vettore low cost ha già avviato partnership con vari aeroporti europei. "Per aiutarli a recuperare traffico e posti di lavoro dopo la pandemia di COVID-19" così come a "Sfrutta le opportunità di slot offerte dalle compagnie aeree concorrenti" che è fallita o ha ridotto il numero di aeromobili della flotta a causa della pandemia.

"Ryanair ha sfruttato questa crisi per aumentare significativamente gli ordini di aeromobili, espandere le nostre partnership aeroportuali e garantire costi operativi inferiori in modo da poter avere tariffe ancora più basse per i clienti e offrire una crescita maggiore. superiore a quanto già previsto, sia in termini di traffico che in termini di posti di lavoro, nei prossimi 5 anni”.

Ryanair ha recentemente aperto un centro di addestramento aeronautico da 50 milioni di euro vicino all'aeroporto di Dublino (DUB) in Irlanda. Il nuovo centro di addestramento è dotato di tre simulatori full motion per i piloti che utilizzeranno aeromobili Boeing 737 MAX e Airbus A320, nonché di due simulatori a base fissa per gli equipaggi di volo Boeing 737 e A320.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.