Traffico aereo all'aeroporto di Iasi - 29.12.2014

0 529

Nonostante le condizioni meteorologiche estreme ei codici di neve e bufera di neve emessi dai meteorologi, l'aeroporto di Iasi rimane operativo e aperto al traffico aereo, senza restrizioni. I ritardi dei voli nell'orario di volo non sono stati finora dovuti all'aeroporto internazionale di Iasi.



Nonostante la forte nevicata registrata da ieri abbia bloccato diverse strade nazionali e provinciali, l'aeroporto di Iasi è stato mantenuto aperto, essendo le condizioni del terreno nei parametri ottimali per l'atterraggio e il decollo in sicurezza dell'aeromobile. L'intervento continuo è stato effettuato, praticamente 24 ore su 24, con tutte le attrezzature speciali destinate a queste operazioni, in modo coordinato, al fine di rimuovere i depositi di neve dalle superfici di movimento e di mantenere ottimi coefficienti di frenata.

Il coefficiente di frenata ottenuto sulla pista dell'aeroporto di Iasi è quindi 0.44, dato che il valore di 0.5 è considerato eccezionale e frequentemente si ottiene solo nei periodi estivo-autunnale quando non sono presenti depositi di neve.

A livello dell'intero Paese, l'aeroporto di Iasi registra il miglior coefficiente di frenata, insieme all'aeroporto di Cluj, sebbene la nostra regione sia soggetta a fenomeni meteorologici molto più sfavorevoli.

Dato che molti settori stradali sono bloccati a causa della massiccia deposizione di neve, facciamo tutto il possibile per garantire a Ias e alla regione vicina questo percorso di comunicazione, al fine di evitare l'isolamento della comunità anche per brevi periodi di tempo.

In questo momento, l'Aeroporto Internazionale di Iasi è dotato di apparecchiature di intervento ad altissime prestazioni, dedicate soprattutto al settore aeronautico, le cui caratteristiche consentono di decontaminare le superfici di movimento degli aeromobili in tempi estremamente brevi.

Negli anni passati, prima di 2012, in assenza di queste strutture obbligatorie, con attrezzature che rientravano nella categoria di sicurezza, la manutenzione operativa dell'aeroporto di Iasi era praticamente impossibile, indipendentemente dallo sforzo compiuto. Oggi vogliamo che il mercato dell'aviazione civile, le compagnie aeree, sappiano che l'aeroporto di Iasi dispone di un'infrastruttura di atterraggio / decollo ai massimi standard ed è dotato di attrezzature che possono mantenere l'aeroporto operativo e in condizioni estreme di nevicate. Ciò significa attrattiva, prevedibilità operativa e infine profitto. Prevediamo nel prossimo periodo, in queste condizioni meteorologiche estreme, di ricevere a Iasi più voli destinati agli aeroporti vicini. 

Certo, ci possono essere situazioni in cui la rabbia della natura rende impossibile qualsiasi tipo di intervento umano, non importa quale sia l'aeroporto, ma, a parte quei momenti, vogliamo rimanere un punto di riferimento positivo nelle infrastrutture dell'aviazione civile ", ha affermato Marius BODEA, Presidente del Consiglio di Amministrazione dell'Aeroporto di Iasi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.