TUI e ITS intendono ritirarsi dalla Romania

0 274
Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<<per volo ritardato o cancellato. Puoi avere diritto a un massimo di € 600.

Due dei più grandi gruppi turistici del mondo, TUI e SUO, intende fermarsi l'anno prossimo per portare più turisti in Romania. Il motivo è il più chiaro possibile! Le agenzie non sono contente della mancanza di promozione sul mercato tedesco e dell'immagine della Romania all'estero, che recentemente si è deteriorata a causa della situazione politica. Anche i tour operator tedeschi sono scontenti della mancanza di prevedibilità nell'economia rumena.

Il segretario di Stato nel MDRT, Cristian Bărhălescu, era a Berlino per negoziare con TUI e ITS, nonché con altre agenzie. Sembra che le lamentele siano da entrambe le parti e tutto è in un circolo vizioso. Questa estate TUI e ITS hanno portato 2.000 di turisti tedeschi sulla costa. Dal mio punto di vista è poco, ma né i tedeschi sono stati supportati dall'MDRT mentre erano impegnati in 2009.

Nell'anno 2009 MDRT ha firmato un contratto con TUI per il tour operator di tornare da 2010 in Romania. Da 2006 il gruppo tedesco ha rifiutato di portare i turisti in Romania e ha rimosso dai suoi cataloghi la promozione delle località rumene, insoddisfatto delle condizioni di alloggio, degli alti prezzi praticati dagli albergatori, del rumore e della mancanza di pulizia nelle località.

ITS opera sul mercato rumeno da diversi anni e da quando 2009, dopo discussioni con i funzionari MDRT da allora, i rappresentanti della compagnia turistica sono rimasti insoddisfatti della qualità dei servizi e dei prezzi sulla costa rumena.

Il problema è che nessuno in Romania ha provato a cambiare nulla delle questioni sopra menzionate. Fare pubblicità al marchio nazionale per un sacco di soldi, ma senza avere un'infrastruttura ben sviluppata, è uno spreco. Dal mio punto di vista, il turismo non è pubblicizzato con milioni di euro, non prima che tu abbia l'infrastruttura.

Il turismo è fatto da uomo a uomo, dalle loro storie portate avanti. Se la Romania fornisse ottime condizioni di alloggio e servizi di qualità, il turista si sentirebbe molto bene e lo direbbe ai propri amici. Nei prossimi anni sarebbe stato accompagnato.

Ritornando al problema di cui sopra, dal punto di vista economico la Romania non perderà molto. Ma il nostro paese perderà sicuramente la sua immagine. Quando due frontiere del settore turistico non vogliono fare affari con te significa che non sei affidabile.

Né tu né i suoi avrete molto da perdere. La Romania non offre loro molti vantaggi e strutture per praticare il turismo a livello europeo. Inoltre, TUI non è la prima cessazione dei servizi alla Romania.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.