"Un pilota nella cabina di pilotaggio dell'Airbus A350" - un progetto Airbus e Cathay Pacific

0 565

Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<< per il volo
ritardato o annullato! Puoi ottenere fino a 600€!

Cathay Pacific sta lavorando con Airbus per introdurre voli a lungo raggio "a corto raggio". Nello specifico, vogliamo un solo pilota in cabina, dopo che l'aereo ha raggiunto il livello di crociera.

Il programma, noto ad Airbus come Project Connect, mira a certificare l'aereo a pilota singolo A350 durante il volo ad alta quota, a partire dal 2025. Per cominciare, Cathay Pacific sarebbe la prima compagnia aerea interessata a questo progetto.

Lufthansa è stata coinvolta nel progetto, ma al momento non intende utilizzarlo, ha detto a Reuters un portavoce del vettore tedesco. Cathay Pacific Airways ha confermato il suo coinvolgimento, ma ha affermato che non è stata presa alcuna decisione su un possibile dispiegamento.

Un solo pilota nella cabina di pilotaggio di un Airbus A350

L'idea è semplice! Attualmente, sui voli molto lunghi ci sono due o anche tre equipaggi di piloti, che alternano i periodi di riposo con i periodi di veglia e in cabina di pilotaggio ci sono sempre due piloti. Se il progetto è certificato, i voli molto lunghi potrebbero essere effettuati con un solo equipaggio, i piloti alternando le pause di riposo con i vecchi e rimanendo così un solo pilota in cabina di pilotaggio durante il volo.

Questo progetto promette risparmi per le compagnie aeree, in mezzo all'incertezza per il periodo post-pandemia. Ma sicuramente dovrà affrontare la resistenza dei piloti già colpiti da licenziamenti di massa e problemi di sicurezza relativi all'automazione degli aeromobili.

I segni vitali del pilota solista devono essere monitorati dai sistemi della cabina di pilotaggio

L'idea non è male, ma le autorità e le compagnie aeree devono monitorare i piloti, non compromettere la sicurezza e tutti i segni vitali del pilota solista devono essere monitorati dai sistemi della cabina di pilotaggio. Se il volo incontra un problema o il pilota in volo non è in grado di svolgere i suoi compiti, il secondo pilota a riposo può essere chiamato in pochi minuti. Entrambi saranno presenti in cabina di pilotaggio per le procedure di decollo e atterraggio.

Ma ci sono stati molti incidenti in frazioni di secondo e quindi la domanda è se possono essere prevenuti e controllati da un solo pilota fino all'attivazione del secondo pilota, che è a riposo. Oppure cosa accadrà se il pilota solista riesce a bloccare i sistemi e l'accesso del collega alla cabina di pilotaggio? Ricordiamoci il caso Germanwings. Come si possono prevenire tali comportamenti deliberati e azioni dei piloti?

Airbus ha ridisegnato il pilota automatico dell'A350

Airbus ha ridisegnato il pilota automatico dell'A350 e il sistema potrebbe aiutare il pilota a gestire eventuali problemi. Ma possiamo avere fiducia al 100% nell'automazione e nell'eccessiva tecnologia del cockpit? È vero che durante il volo ci sono momenti in cui un solo pilota rimane in cabina di pilotaggio, ma i periodi sono brevi.

Fonti del settore affermano che i sistemi sviluppati da Airbus dovrebbero gestire automaticamente qualsiasi situazione imprevista per 15 minuti senza l'intervento del pilota, e questo non può essere garantito da nessuno.

È chiaro che tutti questi progetti sono focalizzati sul risparmio finanziario per le compagnie aeree e si basano maggiormente su processi automatizzati, ma cosa facciamo con la sicurezza dei voli?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.