Ursula von der Leyen sostiene la vaccinazione obbligatoria negli Stati membri dell'UE

0 250

I paesi dell'UE dovrebbero prendere in considerazione la vaccinazione obbligatoria per combattere il Covid-19 e la variante Omicron, ha affermato il capo della Commissione europea. Ursula von der Leyen ha affermato che i vaccini giocheranno un ruolo importante nella lotta contro la nuova variante "Molto contagioso", anche se non è ancora nota la loro efficacia contro Omicron.



Diversi paesi hanno segnalato nuovi casi di Omicron e l'UE ha inasprito le restrizioni ai viaggi da quando sono stati segnalati i primi casi del nuovo ceppo di COVID-19. Allo stesso tempo, i paesi europei hanno dovuto affrontare un numero crescente di infezioni con il nuovo coronavirus. Anche in Romania ci sono 3 casi positivi di COVID-19, sospettati di essere con il nuovo ceppo Omicron.

Nel frattempo, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha osservato che i sintomi nella maggior parte dei casi con Omicron sono "lievi". Ma questa informazione non ha rilassato l'atmosfera riguardo a Omicron.

Mercoledì, Ursula von der Leyen ha affermato che è "comprensibile" per i membri dell'UE discutere delle vaccinazioni obbligatorie contro il Covid, dato che un terzo della popolazione dell'UE non è vaccinata.

L'Austria ha annunciato la vaccinazione obbligatoria contro il Covid-19 a partire dal febbraio 2022, mentre la Grecia intende introdurre la vaccinazione obbligatoria per le persone di età superiore ai 60 anni. Chi non obbedisce sarà multato.

Il futuro cancelliere tedesco, Olaf Scholz, si è detto favorevole all'introduzione della vaccinazione obbligatoria. In un'intervista con la televisione Bild, Scholz ha affermato di volere la vaccinazione obbligatoria a partire da marzo 2022 e ha anche affermato che era necessario un lancio più rapido del vaccino di richiamo.

Non è prematuro parlare di vaccinazione obbligatoria nel contesto in cui gli attuali vaccini contro i nuovi ceppi non si sono ancora dimostrati efficaci? Siamo vaccinati, abbiamo rispettato le misure adottate finora ma abbiamo dubbi sull'introduzione del vaccino obbligatorio. Cosa ne pensi?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.