Arab Aviation Summit 2022 a Ras Al Khaimah, nona edizione. L'evento si è svolto sotto il titolo "Roadmap to recovery"!

1 1.211

La 9a edizione dell'Arab Aviation Summit 2022, che si è svolta nell'Emirato di Ras Al Khaimah, si è svolta con il titolo "Roadmap to recovery". Ha riunito più di 750 leader del settore aeronautico e specialisti dell'ospitalità e del turismo, nonché giornalisti provenienti da Europa, Asia, Medio Oriente ed Emirati Arabi Uniti. Sono state discusse le questioni chiave che devono affrontare i settori dell'aviazione e del turismo.

L'AAS 2022 è stato organizzato in collaborazione con la Ras Al Khaimah Tourism Development Authority (RAKTDA) e supportato da partner industriali globali come Airbus, CFM, Air Arabia, Alpha Aviation Academyw e molti altri.

Sua Altezza lo sceicco Saud bin Saqr Al-Qasimi, Membro del Consiglio Supremo, Governatore di Ras Al-Khaimah

Il vertice non è iniziato fino all'arrivo di Sua Altezza lo sceicco Saud bin Saqr Al-Qasimi, membro del Consiglio Supremo e governatore di Ras Al-Khaimah. Ha partecipato a una parte dell'evento "Arab Aviation Summit 2022", che si è svolto presso l'"Al Hamra International Conference Center" di Ras Al-Kheimah. Sua Altezza: "L'hosting dell'evento è una chiara dimostrazione delle nostre ambizioni di sviluppare i settori dell'aviazione e del turismo negli Emirati Arabi Uniti e di sottolineare la posizione degli Emirati Arabi Uniti e la loro leadership globale in queste due aree".

Il 1° marzo, all'Arab Aviation Summit 2022, i principali leader dell'aviazione e del turismo si sono incontrati per discutere di come le compagnie aeree e il turismo prosperano in un mondo post-pandemia. Allo stesso tempo, sono stati discussi la guerra in Ucraina e come influenzerà il turismo regionale e globale.

Adel Al Ali, CEO di Air Arabia Group, ha determinato un cambiamento nel comportamento dei consumatori, soprattutto tra le giovani generazioni. Le nuove generazioni di passeggeri danno maggiore priorità ai prezzi competitivi rispetto al lusso e hanno anche sottolineato l'importanza di garantire un'esperienza di viaggio senza problemi.

Atanasios Titonis, amministratore delegato dell'aeroporto internazionale di Ras Al Khaimah, ha affermato che la pandemia è stata molto impegnativa per l'industria aeronautica, ma è ottimista sulla ripresa dalla crisi e, in futuro, è ben preparato per la ripresa dell'aviazione nella regione, ma anche per le crisi future. La guerra in Ucraina potrebbe essere una nuova crisi del turismo.

Omar Seraj Akbar, CEO di Zamzam.com - uno dei più grandi portali di prenotazione di alloggi nella regione, ha affermato che la pandemia ha svolto un ruolo chiave nel cambiare il comportamento delle persone quando si tratta di prenotazioni. Sempre più turisti scelgono di prenotare online, mentre è in costante calo il numero di coloro che scelgono di prenotare tramite un'agenzia di viaggio. Questo cambiamento di comportamento, a cui hanno contribuito la pandemia e la tecnologia, è naturale.

Mikail Hourari, Presidente di Airbus Africa e Medio Oriente, si prevede che il Medio Oriente sarà una delle regioni con la ripresa post-pandemia più rapida. Ha affermato che il futuro dell'aviazione risiede nella sostenibilità e che l'industria deve agire per combattere le emissioni di carbonio.

Raki Phillips, CEO di Ras Al Khaimah Tourism Development Authority (RAKTDA) Ha affermato che il settore dell'aviazione è stato fondamentale per ricostruire il turismo nella regione. Allo stesso tempo, le collaborazioni sono importanti per costruire un'economia turistica più forte, più sostenibile e resiliente per le generazioni future.

L'Emirato di Ras Al Khaimah vuole un forte sviluppo dell'aviazione e del turismo nella regione. È stato dimostrato che le due industrie sono strettamente collegate e non possono esistere l'una senza l'altra. Raki Phillips, CEO della Ras Al Khaimah Tourism Development Authority, ha dichiarato:Questo vertice è un'occasione per avere discussioni significative sui temi della connettività, della sostenibilità e della trasformazione digitale, nonché per attuare misure concrete che contribuiranno a plasmare il turismo di domani.".

Purtroppo la crisi causata dalla guerra in Ucraina si farà sentire anche negli Emirati Arabi Uniti. Russia e Ucraina sono i due principali mercati turistici per l'Emirato di Ras Al-Khaimah. A causa del conflitto in Europa orientale, Raki Phillips, CEO di RAKTDA, ha riconosciuto che nel 2022 non torneranno ai dati pre-pandemia del 2019. Ma saranno presi di mira nuovi mercati in Europa, come Italia, Francia, Germania, Bulgaria , Romania. Scandinavia. C'è bisogno di diversificare la clientela.

Al vertice hanno partecipato anche rappresentanti di aziende come Airbus, IATA, Royal Jordanian Airlines, Kuwait Airways, Aeroporto di Istanbul e altro ancora.

In conclusione, gli Emirati Arabi Uniti e in particolare l'Emirato di Ras Al-Khaimah calpesteranno l'accelerazione per la ripresa del turismo nella regione. Sono consapevoli dell'impatto della crisi causata dalla guerra in Ucraina, che ha colpito due mercati importanti per loro: Russia (n. 1) e Ucraina (top 10). Ma cercheranno di diversificare la propria clientela rivolgendosi a nuovi mercati in Europa, compresa l'Europa orientale. Le compagnie aeree arabe prevedono un aumento del prezzo del biglietto aereo, ma allo stesso tempo sono ottimiste sul fatto che le persone vorranno viaggiare di più. Dopo due anni di pandemia, sempre più turisti sono desiderosi di andare in vacanza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.