Il volo UIA PS752 è stato abbattuto a causa di un errore umano

0 1.627
Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<<per volo ritardato o cancellato. Puoi avere diritto a un massimo di € 600.

In un relazione intermedia, L'Organizzazione per l'aviazione civile della Repubblica islamica dell'Iran ritiene che un "errore umano" sia stata la causa principale che ha portato l'abbattimento del Boeing 737 Ukraine International Airlines, volo PS752. In particolare, l'errore umano era la base per l'installazione di un radar, che ha attivato il sistema di difesa di Teheran.

I quattro anelli di una tragica catena
L'8 gennaio 2020, un Boeing 737 Ukraine International Airlines si è schiantato poco dopo il decollo dall'aeroporto internazionale di Teheran (IKA), Iran, uccidendo le 176 persone a bordo. L'aereo era stato abbattuto da due missili lanciati dall'esercito iraniano.

Errori umani alla base dell'incidente in Iran

Il rapporto preliminare, pubblicato l'11 luglio 2020, ha identificato quattro elementi chiave che hanno costituito la base del tragico incidente aereo.

Secondo gli investigatori, l'impostazione errata di un sistema missilistico era la base di eventi sfortunati. Per errore umano, è stato indotto un errore di 107 gradi nel sistema. Pertanto, il meccanismo di difesa di Teheran è stato attivato quando l'aereo sul volo PS752 è decollato, interpretando erroneamente la rotta di volo. Il sistema missilistico lo considerava una minaccia per la città, non una via d'uscita sicura.

Poche ore prima dello schianto, l'esercito iraniano ha sparato più di 12 missili alle basi statunitensi in Iraq come rappresaglia per la morte di Qasem Soleimani, comandante dei servizi speciali iraniani.

Dato che i sistemi di difesa antimissile erano in allerta intorno a Teheran, l'operatore ha ritenuto minacciosa la traiettoria di volo. La mancanza di radar potrebbe spiegare il fatto che nei giorni seguenti l'incidente, l'esercito riferì che l'aereo si era deviato dalla rotta e si stava avvicinando alla base missilistica vicino a Malard.

L'operatore dell'unità di difesa ha deciso di sparare senza l'approvazione della commissione da parte del Centro

L'operatore ha cercato di segnalare la presenza di un aereo a seguito di una traiettoria aggressiva al Centro di coordinamento. Ma un difetto non specificato ha impedito la fornitura di informazioni.

Anche se il radar non era allineato, l'operatore della difesa aerea è stato in grado di identificare PS752 come un volo passeggeri e non come un aereo da caccia, ma non è riuscito a farlo, afferma il rapporto.

L'ultimo e fatale errore identificato dagli investigatori è stata la decisione dell'operatore di lanciare un missile, pur non avendo contatti con il Centro di coordinamento. Normalmente, in assenza di contatto con il Centro, l'operatore non è autorizzato a sparare.

Il rapporto preliminare stabiliva che il primo missile sparato sull'aereo era quello fatale. Il secondo missile lanciato non raggiunse il suo obiettivo, informazioni confermate anche dal sistema di difesa di Teheran.

Dopo essere stato colpito, il Boeing 737 svoltò a destra e si schiantò in una zona residenziale, disintegrandosi su una considerevole area. Tutti gli occupanti dell'aeromobile, 176 in numero, hanno perso la vita.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.