L'aeroporto Sheremetyevo di Mosca manda il 40% del personale in congedo a causa delle sanzioni UE/USA

0 157

L'aeroporto Sheremetyevo, vicino a Mosca, ha inviato in vacanza il 40 per cento del suo personale, circa 7.000 persone. La decisione è stata annunciata dal direttore generale dell'aeroporto Mikhail Vasilenko. Il traffico aereo nell'aeroporto più grande della Russia è fortemente diminuito dalla fine di febbraio, a seguito dell'invasione russa dell'Ucraina e delle successive sanzioni da parte dell'Unione Europea e degli Stati Uniti.



Le compagnie aeree russe possono operare solo a livello nazionale e in alcuni paesi che non hanno imposto divieti di volo. Lo scalo ha inoltre annunciato la sospensione di tutti gli investimenti futuri e la chiusura del terzo terminal oltre ai già chiusi terminal E ed F.

Il personale che lavora all'aeroporto Domodedovo di Mosca viene trasferito a tempo parziale poiché l'aeroporto soffre meno a causa del calo delle operazioni aeree.

I dipendenti mandati in congedo riceveranno comunque 2/3 del loro stipendio e potranno mantenere il proprio posto di lavoro. Hanno ancora protezione sociale e altro supporto, ha detto un membro del sindacato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.