L'Arabia Saudita sta sviluppando un complesso alberghiero nel mezzo del deserto.

0 299

Foster + Partners ha iniziato a progettare il complesso alberghiero Southern Dunes in Arabia Saudita come parte dello sviluppo turistico del Red Sea Project sulla costa occidentale del paese.

Chiamato Southern Dunes, l'hotel progettato da Foster + Partners conterrà 40 ville protette da tetti in legno asimmetrici. Situato a circa 100 chilometri a nord-est della città di Umluj, una città fronte mare sulla costa del Mar Rosso dell'Arabia Saudita, il complesso alberghiero sarà circondato da un paesaggio desertico.

Saudi-complex-middle-desert-2

Il progetto dell'hotel fa parte di un progetto più ampio che consisterà in due hotel.

Il progetto alberghiero fa parte di un progetto più ampio che consisterà in due hotel costruiti sulla superficie di 90 isole disabitate nel Mar Rosso e che si svilupperanno in una località turistica.

Insieme alle ville, il complesso avrà edifici per la reception, un centro benessere, una grande piscina e diversi ristoranti. Nell'ambito del progetto, verranno costruiti edifici in cui saranno ospitati più di 700 dipendenti.

Arabia-Saudită-complex-mijlocul-deșertului-1

Foster + Partners ha progettato l'hotel per essere costruito utilizzando materiali appropriati alla posizione nel deserto dell'hotel. "Dal nostro precedente lavoro nel deserto, una delle cose più importanti è evitare di utilizzare quelli che chiamiamo materiali ad alta massa termica"., ha affermato Gerard Evenden, capo dello studio Foster + Partners.

Le ville del Southern Dunes Hotel saranno disposte su due file per sfruttare la vista delle dune circostanti.

Progettato come parte della prima fase del Red Sea Project, il Southern Dunes Hotel aprirà nel 2022. È solo una piccola parte di un complesso più ampio progettato da Foster + Partners come parte dello sviluppo turistico, che i suoi creatori chiamano "Lo sviluppo turistico più ambizioso del mondo".

Saudi-complex-middle-desert-3

Lo studio sta anche lavorando alla progettazione di una mega-città completamente automatizzata in Arabia Saudita chiamata Neom, sebbene il fondatore del progetto, l'architetto britannico Norman Foster, abbia temporaneamente sospeso il progetto in risposta all'assassinio del giornalista Jamal Khashoggi nel 2019.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.