La Bulgaria impone nuove restrizioni a causa del numero crescente di infezioni da COVID-19

0 195

La Bulgaria, il paese con il minor numero di vaccinati nell'Unione europea, ha visto un aumento del numero di infezioni nelle ultime settimane, principalmente con infezioni Delta, che sono estremamente contagiose.



Nell'ultima settimana, il Paese ha registrato oltre 1500 nuovi casi al giorno. In Bulgaria, tra il 3 gennaio 2020 e il 3 settembre 2021, ci sono stati 459.051 casi confermati di COVID-19 con 19.001 decessi, segnalati dall'OMS. Al 31 agosto 2021 erano state somministrate in totale 2.312.605 dosi di vaccino.

Con le nuove restrizioni, che saranno in vigore fino alla fine di ottobre, i festival musicali saranno vietati, mentre cinema e teatri dovranno operare al 50% della capacità. I ristoranti e i bar bulgari dovranno chiudere alle 22:00 del 7 settembre, mentre le competizioni sportive indoor si svolgeranno senza spettatori, ha affermato il ministro della Salute Stoicho Katsarov.

Gli studenti potranno frequentare le lezioni quando l'anno scolastico inizierà il 15 settembre, ha detto Katsarov, ma ha avvertito che se le infezioni continuano a crescere, potrebbero dover andare online.

I manager di tutte le amministrazioni bulgare devono riorganizzare il processo di lavoro, stabilendo l'orario di lavoro con limiti variabili e l'inizio della giornata lavorativa tra le 7.30 e le 10. Sono inoltre tenuti a conferire a distanza almeno il 50% del personale, a meno che, a seconda della natura del lavoro, ciò non sia possibile .

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.