I cittadini extra UE (americani, britannici, canadesi, ecc.) devono pagare 7 euro per recarsi nell'UE entro il 2022!

0 1.302

I cittadini extra UE, inclusi americani, australiani, britannici, canadesi e altri viaggiatori non Schengen, dovranno compilare una domanda e pagare una tassa di 7 EUR per viaggiare nell'UE. Questa misura sarà applicata a partire dal 2022, informa adevul.ro.



Chiamato "Sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi" - ETIAS in breve - la nuova norma mira ad "aumentare la sicurezza e aiutare a prevenire le minacce alla salute dell'UE e di Schengen".

I cittadini extracomunitari hanno ora il diritto di trascorrere fino a 90 giorni in un paese Schengen. Se questo periodo viene superato, i viaggiatori hanno bisogno di un visto. Quindi, la nuova regola non cambierà radicalmente le cose, poiché le persone avranno ancora il diritto di trascorrere i 90 giorni all'interno dell'UE senza bisogno di un visto, ma il processo non sarà più completamente non gestito.

La nuova misura di sicurezza colpisce le persone che non risiedono stabilmente in un paese dell'UE

La nuova misura di sicurezza colpisce le persone che non risiedono stabilmente in un paese dell'UE o che non hanno bisogno di un visto per soggiornarvi. Pertanto, i turisti, i proprietari di case vacanza, i lavoratori temporanei o coloro che visitano familiari o amici nei 26 paesi Schengen/UE saranno interessati.

Il nuovo programma ETIAS è simile all'ETA in Australia e all'ESTA negli Stati Uniti, entrambi utilizzati per soggiorni brevi. Le regole per chi ha bisogno di un visto Schengen - anche per la maggior parte dei cittadini di Africa, Asia e Sud America - rimarranno le stesse.

Il sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi (ETIAS) è stato proposto dalla Commissione europea nel 2016, prima che il Regno Unito lasciasse l'UE, ma sta acquisendo una nuova rilevanza in seguito alla pandemia di Covid-19. I viaggiatori idonei dovranno compilare una domanda online prima dell'arrivo, al costo di 7 EUR. È gratuito per le persone sotto i 18 anni o sopra i 70 anni.

L'UE controllerà i viaggiatori rispetto ai sistemi di informazione dell'UE per una serie di controlli di sicurezza e salute, compreso un sistema centralizzato di banche dati dell'UE contenenti informazioni sulle condanne di cittadini di paesi terzi.

L'UE ha affermato che il processo di compilazione del modulo online dovrebbe richiedere solo pochi minuti. Le nuove regole non costituiscono un nuovo obbligo di visto e non modificheranno i paesi extra UE soggetti a visto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.