Cause dell'incidente del volo 447 Air France, sulla rotta Parigi - Rio de Janeiro - 1 giugno 2009

0 1.332

Su 1 giugno 2009, il volo 447 appartenente ad Air France è scomparso dal radar. L'Airbus A330-200 con i passeggeri 228 a bordo si è schiantato nell'Oceano Atlantico, a circa 600 km al largo della costa brasiliana. Non c'erano sopravvissuti!



A 3 anni dopo l'incidente, il rapporto degli esperti giudiziari francesi conclude che una combinazione di errori umani e difetti tecnici ha portato allo schianto dell'aereo.

Il rapporto sarà presentato alle famiglie in lutto l'11 luglio. Le conclusioni menzionano una perdita di dati dovuta al congelamento dei pozzi di Pitot, una procedura di emergenza non adattata a questo caso, ma anche l'assenza di un'adeguata risposta dell'equipaggio o la mancanza di monitoraggio degli incidenti da 10, informa Mediafax.

Le conclusioni approssimative di 20 iniziano descrivendo il collasso:
"L'immersione è stata avviata da una traiettoria incontrollata che si è verificata dopo la perdita dei dati di pressione dovuta al congelamento delle sonde di Pitot, accompagnata da allarmi e degrado dei relativi sistemi", secondo le conclusioni citate da questa fonte.

"La mancanza di informazioni da parte dell'equipaggio sul congelamento delle sonde o sull'altitudine ha contribuito all'effetto sorpresa", ha aggiunto.

Le conclusioni menzionano anche le procedure di emergenza non adeguate alle quali si sono aggiunte "condizioni di volo sfavorevoli: notte, turbolenza e nessun riferimento visivo".

Gli esperti sottolineano anche il contributo del capitano di volo che "non si è assunto le responsabilità gestionali" e "ha inibito la volontà del copilota di agire correttamente", secondo la fonte.

Si rivendica anche la formazione dei piloti: "Non ci sono requisiti speciali complementari alle competenze del copilota definite dall'operatore per fargli assumere la posizione di comandante di volo alternativo".

Le modifiche tecniche sono menzionate anche perché non sono state seguite da un'analisi di sicurezza dell'aeromobile, rilevando che "le specifiche di certificazione (CS25) non sono cambiate a causa di incidenti di perdita delle indicazioni di velocità dal 2004".

La divulgazione di questi risultati arriva mentre l'Ufficio di indagine e analisi (BEA), l'ente pubblico francese responsabile delle indagini sulla sicurezza aerea, pubblicherà il rapporto finale dell'indagine giovedì.

Nell'indagine giudiziaria, Air France e Airbus sono stati accusati, nel febbraio 2011, di omicidio spericolato.

Notizie dal periodo dell'incidente offerto da Pro TV!

in questo incidente ha perso la vita e un passeggero di origine rumena!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.