Condizioni di viaggio dalla Romania all'Italia, nel contesto della pandemia di COVID-19!

0 1.809

Aggiornamento COVID-19 Italia: Sarà necessaria la mascherina FFP2 in aerei, treni, navi, autobus!



Il Ministero degli Affari Esteri afferma che le autorità italiane hanno rivisto condizioni di ingresso Italia, nel contesto della pandemia COVID-19.

Pertanto, a partire dal 16 dicembre 2021, tutte le persone che sono state o hanno transitato nel territorio della Romania negli ultimi 14 giorni prima dell'ingresso nel territorio italiano devono presentarsi al vettore, al momento dell'imbarco, o a qualsiasi persona designata ad eseguire assegni, i seguenti documenti (cumulativi):

Condizioni di viaggio dalla Romania all'Italia

a. modulo di localizzazione del passeggero digitale (https://app.euplf.eu), in formato digitale o cartaceo;

b) certificato verde COVID-19 che attesti il ​​completamento del programma completo di vaccinazione contro il COVID-19 almeno 14 giorni prima dell'ingresso nella Repubblica Italiana, o che ha attraversato la malattia entro un massimo di 6 mesi prima dell'ingresso, o altro equivalente certificazione;

c. prova del test molecolare (tipo PCR) con esito negativo per infezione da virus SARS-CoV-2, effettuata non oltre 48 ore prima dell'ingresso nella Repubblica Italiana, oppure test rapido (tipo antigenico), con esito negativo per infezione da virus SARS-CoV-2, eseguita al massimo 24 ore prima dell'ingresso.

Le persone non vaccinate devono ottemperare alla misura di autoisolamento per un periodo di 5 giorni dopo l'ingresso nel territorio italiano all'indirizzo indicato nel modulo di localizzazione del passeggero (https://app.euplf.eu), ed eseguire un test molecolare o antigenico per l'infezione da virus SARS-CoV-2 al termine del periodo di autoisolamento.

I bambini fino a 6 anni sono esentati dal regolamento

I bambini di età inferiore ai 6 anni non devono presentare all'ingresso nella Repubblica Italiana la prova di un test molecolare o antigene-negativo per l'infezione da SARS-CoV-2, ma sono soggetti a isolamento, ad eccezione di quelli accompagnati dal genitore o dai genitori che si trovano in possesso di un certificato attestante la vaccinazione o il superamento della malattia.

In Italia, a partire dal 15 dicembre 2021, il certificato verde COVID-19 avrà una validità di 9 mesi dalla data di somministrazione delle dosi successive della prima dose, ovvero dalla data di guarigione. Secondo un decreto del Consiglio dei ministri italiano del 24 dicembre 2021, a partire dal 1 febbraio 2022, la validità del certificato verde COVID-19 sarà ridotta da 9 a 6 mesi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.