COVID-19 Daily - 29 ottobre: ​​Il vaccino ti protegge dalle forme gravi, ma non fornisce protezione contro le sequele che rimangono dopo l'infezione da COVID-19

0 690
  • Un nuovo studio mostra che la sindrome COVID-19 persistente, nota come Long-COVID, può svilupparsi dopo infezioni "ricorsive" nelle persone vaccinate. I ricercatori dell'Università di Oxford hanno analizzato i dati di circa 20.000 pazienti negli Stati Uniti affetti da COVID-19, metà dei quali vaccinati.


Rispetto ai pazienti non vaccinati, le persone completamente vaccinate, soprattutto quelle sotto i 60 anni, avevano MENO RISCHI di morte e complicazioni gravi come insufficienza polmonare, necessità di ventilazione meccanica, ricovero in ATI, coaguli di sangue che possono mettere in pericolo la vita, convulsioni e psicosi.

D'altra parte, la vaccinazione non sembra proteggere da diversi esiti precedentemente documentati di COVID-19, come le caratteristiche del COVID-2 lungo, l'aritmia, il dolore articolare, il diabete di tipo XNUMX, le malattie del fegato, i disturbi del sonno e i disturbi dell'umore e dell'ansia. . Ma sicuramente si sentono meno nei vaccinati rispetto ai non vaccinati, informa https://www.cgtn.com/!

  • Mosca ha introdotto le misure di contenimento più severe dal giugno 2020, poiché gli ospedali affrontano una nuova ondata di casi. Il numero di decessi registrati in 24 ore ha raggiunto il massimo storico.

Il blocco parziale, in cui possono rimanere aperti solo i negozi essenziali (farmacie e supermercati) mentre le scuole statali e gli asili nido sono chiusi, precede un blocco nazionale in cui tutte le attività sono sospese per una settimana, a partire dal 30 ottobre.

  • La Russia intende rilanciare la sua campagna pubblicitaria e di informazione pubblica sulla vaccinazione, riporta il quotidiano Kommersant.

Il Cremlino ha lamentato la lentezza delle vaccinazioni e ha affermato che questa campagna per convincere le persone a proteggersi con il vaccino Sputnik V russo o con un vaccino alternativo non è stata efficace.

  • Il numero di casi di coronavirus in Germania è aumentato di più in due settimane, con oltre 28 nuove infezioni, ha affermato il Robert Koch Institute.

Il numero di pazienti con COVID-19 nelle unità di terapia intensiva è aumentato del 15% in una settimana, ha affermato il capo della Federazione tedesca degli ospedali (DKG), Gerald Gass.

  • Il parlamento slovacco ha annullato la sua sessione giovedì dopo che un parlamentare è risultato positivo al COVID-19, secondo quanto riportato dai media locali, poiché il paese ha lottato con un numero elevato di casi.

Il Parlamento ha rinviato la seduta al 2 novembre dopo che il membro della coalizione al governo è risultato positivo, ha riferito TA3. La maggior parte dei 150 parlamentari è completamente vaccinata, molti di loro si sono sottoposti a un test dopo aver segnalato il caso.

  • Il governo ungherese richiederà la vaccinazione dei dipendenti delle istituzioni statali, ha affermato il capo dello staff del primo ministro Viktor Orban.

Gergely Gulyas ha affermato che anche le aziende private avranno il potere di richiedere la vaccinazione dei dipendenti se lo ritengono necessario e che indossare una maschera sarà obbligatorio sui trasporti pubblici dal 1 novembre.

  • Ryanair ha promesso di rimborsare il valore dei biglietti per i voli cancellati entro cinque giorni.
  • L'Ucraina ha registrato un numero record di nuovi casi, con 26 nuove infezioni segnalate nelle ultime 071 ore, superando il precedente massimo di 24 il 23 ottobre, ha annunciato il Ministero della Salute. I dati del ministero hanno anche mostrato 785 nuovi decessi correlati al coronavirus.
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.