A partire dal 1 settembre, l'Egitto richiede un test molecolare negativo (PCR) per l'infezione da COVID-19 a tutti i viaggiatori.

1 848

Il Ministero degli Affari Esteri informa che le autorità egiziane hanno annunciato che, a partire dal 1 settembre 2020, tutti i passeggeri aerei che entrano in Egitto, attraverso qualsiasi aeroporto, indipendentemente dallo stato da cui viaggiano, devono presentare un test molecolare negativo (PCR) per l'infezione da COVID-19, eseguita non più di 48 ore prima di entrare nel territorio di quello Stato.


Pertanto, il Ministero degli Affari Esteri afferma che l'ingresso in Egitto sarà consentito alle persone in arrivo dalla Romania, sulla base della presentazione di un test molecolare negativo per l'infezione da virus SARS-CoV-2, eseguito un massimo di 48 ore prima dell'arrivo in Egitto.

Secondo le informazioni fornite dalle autorità egiziane, questa regola sarà imposta anche ai passeggeri in transito negli aeroporti egiziani, anche se lo stato di destinazione finale non richiede la presentazione di un test negativo per l'infezione da virus SARS-CoV-2.

Le informazioni sul nuovo provvedimento sono disponibili al seguente link https://cairo.mae.ro/local-news/1136.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.