Da fine marzo la Romania potrebbe non prorogare più l'allerta!

1 438

Il ministro della Salute, Alexandru Rafila, ha affermato che è possibile che a fine marzo si ritorni alla normalità e quindi non sarà necessario prolungare lo stato di allerta. Tuttavia, Alexandru Rafila afferma che seguiranno dieci giorni difficili in Romania, con oltre 50.000 nuovi casi di COVID.



"Penso che torneremo alla normalità entro la fine di marzo. Normale significa che lo stato di avviso probabilmente non sarà necessario. Credo che questa volta l'estensione dello stato di allerta sarà limitata e non dovremo più adottare quelle misure che incidono sulla nostra vita economica e sociale e dobbiamo prepararci a questo. Ho avuto molti incontri con rappresentanti di vari settori: turismo, Horeca, grande distribuzione, grandi investitori in Romania. Tutti vogliono la prevedibilità, una discussione sincera che permetta di far ripartire l'economia e penso che entro fine marzo si possano avere discussioni molto serie affinché le persone sappiano cosa fare nei prossimi mesi.ha", ha affermato il ministro della Salute, secondo Mediafax.

Rafila ha voluto precisare che non si tratta di un impegno, ma di un'ipotesi di lavoro. A seconda di come si evolverà la pandemia in Romania, le cose potrebbero materializzarsi o meno. Allo stesso tempo, non ha escluso la possibilità che possano comparire nuove varianti del COVID-19, che obbligherebbero le autorità a riattivare alcune misure.

"Se compaiono più ceppi patogeni, è possibile. Questi ceppi saranno molto meno trasmissibili, cioè alta trasmissibilità, bassa patogenicità. Ci saranno pericoli per alcune categorie di persone a rischio che necessitano di essere vaccinate, si spera che i produttori adattino anche il loro vaccino alle varianti circolanti e non continueremo ad assistere all'uso dello stesso vaccino.", ha affermato anche l'epidemiologo Alexandru Rafila, citato da Digi24.ro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.