La Germania ha inserito la Romania nella lista rossa. Quarantena 10 giorni per le persone non vaccinate!

0 1.283

Le autorità tedesche hanno rivisto le condizioni per l'ingresso in Germania, nel contesto della pandemia di COVID-19, a partire dal 3 ottobre, alle ore 00:00. Secondo le nuove normative, i rumeni che presenteranno all'ingresso in Germania solo il documento attestante un risultato COVID negativo verranno messi in quarantena per un periodo di 10 giorni.



Pertanto, la Romania è stata inclusa nell'elenco delle aree ad alto rischio epidemiologico e le persone che arrivano dalla Romania possono entrare in Germania alle seguenti condizioni:

1. Presentazione di uno dei seguenti 3 documenti:

  • documento attestante il risultato negativo del test per l'infezione da virus SARS-CoV-2. Sono accettati test PCR (eseguiti con un massimo di 72 ore prima dell'arrivo) e test antigenici (eseguiti con un massimo di 48 ore prima dell'arrivo). I bambini fino a 12 anni sono esentati dal test per l'infezione da SARS-CoV-2;
  • documento attestante che il programma completo di vaccinazione contro il COVID-19 è stato eseguito con uno dei vaccini approvati dall'UE, a condizione che siano trascorsi almeno 14 giorni dalla dose di richiamo o dalla dose singola (per il vaccino a dose singola). Non è obbligatorio presentare il certificato verde;
  • documento attestante la malattia (infezione da virus SARS-VOC-2). Deve essere stato rilasciato da un laboratorio medico entro un periodo di almeno 28 giorni e non più di 6 mesi prima dell'ingresso nel territorio della Repubblica Federale Tedesca. E' inoltre consentita la presentazione cumulativa del documento attestante il passaggio alla malattia, unitamente a quello attestante la vaccinazione con almeno una dose di vaccino approvato a livello dell'Unione Europea.
  • I documenti di cui sopra devono essere redatti in una delle lingue tedesco, inglese, francese, italiano o spagnolo e possono essere presentati in formato fisico o elettronico.

2. Registrazione, prima del viaggio, tramite la piattaforma https://einreiseanmeldung.de. Tale obbligo vale anche per le persone che si trovavano sul territorio rumeno negli ultimi 10 giorni prima del viaggio.

In casi eccezionali, quando la registrazione online tramite il portale non è possibile, i passeggeri devono completare la registrazione su carta.

Le persone che all'ingresso in Germania presentano solo il documento comprovante l'esito negativo dell'infezione da virus SARS-CoV-2 verranno messe in quarantena per un periodo di 10 giorni e hanno l'obbligo, subito all'arrivo, di recarsi direttamente a casa propria.

La misura di quarantena può essere interrotta anticipatamente, dopo un periodo di almeno 5 giorni, se l'interessato ha subito un nuovo test per l'infezione da virus SARS-CoV-2, il cui esito è negativo.

I bambini fino a 12 anni hanno l'obbligo di rimanere in quarantena 5 giorni dopo l'ingresso nel territorio della Germania.

Nel caso di persone che sono in possesso di un documento attestante il completamento del programma completo di vaccinazione contro il COVID-19 o di un documento attestante il passaggio della malattia e per qualsiasi motivo non possono registrarlo su detta piattaforma o presentare al momento dell'ingresso , sono obbligati ad entrare in quarantena.

La quarantena può essere interrotta se l'interessato trasmette tramite la piattaforma https://einreiseanmeldung.de, il documento che conferma la vaccinazione o il superamento della malattia.

Le seguenti categorie di persone sono principalmente esentate dal provvedimento di previa registrazione alla piattaforma https://einreiseanmeldung.de e dal provvedimento di quarantena obbligatoria:

  • persone in transito;
  • lavoratori dei trasporti;
  • membri di delegazioni ufficiali;
  • persone che si recano nella Repubblica federale di Germania per essere curate per l'infezione da virus SARS-CoV-2;
  • persone che hanno trascorso meno di 24 ore in un'area ad alto rischio o con virus (www.rki.de - aree a rischio) o entrare nella Repubblica Federale Tedesca per meno di 24 ore in regime di traffico frontaliero, nonché lavoratori transfrontalieri, ecc.;
  • persone che viaggiano per soggiorni inferiori a 72 ore per visitare i parenti di primo grado.
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.