Il governo egiziano ha aggiunto 28 paesi all'elenco di coloro che possono utilizzare il servizio di visto elettronico

0 335

Il ministro egiziano del turismo e delle antichità Khaled al-Anani ha affermato che i cittadini di altri 28 paesi potranno ora richiedere un visto di viaggio elettronico per entrare in Egitto. L'Egitto offre attualmente questo servizio per 74 paesi.



Le nazionalità autorizzate ad entrare in Egitto tramite visto elettronico includono tutti i cittadini dell'Unione Europea (incluso il Regno Unito), Albania, Australia, Canada, Islanda, Giappone, Corea del Sud, Macedonia, Moldavia, Monaco, Montenegro, Norvegia, Russia, Serbia, Svizzera, Ucraina, Stati Uniti e Vaticano.

Anani ha parlato degli sforzi del suo ministero per promuovere il turismo, comprese le campagne di marketing per promuovere il turismo egiziano e attirare visitatori da vari mercati internazionali e arabi.

La notizia è arrivata durante una riunione del Comitato ministeriale per il Turismo e le Antichità presieduto dal Primo Ministro Mustafa Madbouli, a cui hanno partecipato i ministri delle Finanze, dello Sviluppo Locale, della Sanità, dell'Aviazione d'Egitto e il capo della Federazione delle Camere di Commercio.

Khaled al-Anani ha inoltre annunciato il lancio di un programma che potrebbe misurare il livello di soddisfazione dei turisti negli aeroporti egiziani.

Ha detto che lo sforzo è stato guidato dalla campagna "L'Egitto attraverso gli occhi degli ambasciatori dell'Unione europea", che ha presentato più di 20 cortometraggi agli ambasciatori stranieri per promuovere i siti turistici e archeologici dell'Egitto. Inoltre, Anani ha annunciato che l'Egitto ha firmato un contratto con l'alleanza canadese-britannica per sviluppare una strategia per promuovere il turismo egiziano.

L'Egitto ospiterà una serie di eventi di sviluppo turistico e parteciperà a mostre e conferenze all'estero, tra cui il tanto atteso Expo 2020 Dubai. Ha anche affrontato i progetti archeologici e turistici dell'Egitto, compresi i piani attuali e futuri per attirare investimenti nel settore. A sua volta, Madbouli ha sottolineato il desiderio dello Stato di migliorare il settore turistico sviluppando il turismo, che contribuirà al ritorno del PIL del Paese.

Madbouli ha anche commissionato un programma di incentivi in ​​volo che collega le città costiere con l'Alto Egitto e la Valle del Nilo in modo che i turisti possano godersi spiagge e oggetti d'antiquariato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.