Le Bermuda hanno revocato le licenze a 745 aerei russi

2 528

Secondo i media internazionali, le Bermuda stanno revocando le licenze per 745 aerei russi, il che significa che metà della flotta di aerei civili sarà interessata. Più precisamente, Autorità per l'aviazione civile delle Bermuda [BCAA]sospeso temporaneamente tutti i certificati di aeronavigabilità"Di aeromobili operanti sulla base di"accordo tra le Bermuda e la Federazione Russa".



"Pertanto, a partire dalle 23:59 UTC del 12 marzo 2022, il BCAA ha provvisoriamente sospeso tutti i certificati di aeronavigabilità di quegli aeromobili operanti ai sensi dell'articolo 83bis dell'Accordo tra le Bermuda e la Federazione Russa.

La maggior parte degli aerei che volano con le compagnie aeree russe sono registrati alle Bermuda o alle Isole Vergini per evitare le tasse (evasione fiscale) e per essere accettati negli aeroporti di tutto il mondo. Anche Aeroflot ha aeromobili immatricolati alle Bermuda (quelli con immatricolazione VP-B e VQ-B).

A quanto pare, le autorità russe si aspettavano questa mossa e sono riuscite a modificare le immatricolazioni di circa 200 aerei, trasferendoli dalle Bermuda alla Russia. Sono inclusi gli aerei di Aeroflot, Pobeda, UTair, Rossiya e Izhavia.

Allo stesso tempo, le società di leasing restituiranno i loro aerei fino al 28 marzo 2022. Parliamo di circa 700 aerei esistenti nelle flotte delle compagnie russe. La Russia non vuole restituire questi aerei e le autorità di Mosca stanno valutando la nazionalizzazione di questi aerei.

Notizie in corso!

Commenti 2
  1. […] Si prega di notare che più di 700 aerei che volano nelle flotte di compagnie aeree russe sono registrati nelle Isole Bermuda e oggi le Bermuda hanno revocato le licenze per 745 aerei russi. […]

  2. […] Le Bermuda revocano le licenze per 745 aerei russi […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.