Domande e risposte relative al certificato digitale COVID-19 per i viaggi nell'UE!

0 1.147

Poiché ogni giorno affrontiamo tutti i tipi di domande riguardanti il ​​certificato digitale COVID-19, abbiamo deciso di assumere queste domande e risposte offerte anche dalle autorità rumene. Come sapete, dal 13 agosto, il certificato digitale COVID-19 è l'unico documento riconosciuto come prova vaccinazione / test / recupero dalla malattia al valico di frontiera.



🔹 1. Se una persona ha contratto la malattia e possiede un certificato digitale, ha ancora bisogno di un test RT-PCR negativo per viaggiare?
No, non ha bisogno di un test, purché sia ​​tra 14 e 180 giorni dalla conferma della malattia.

🔹 2. È una condizione di accesso per i cittadini provenienti da paesi extra UE l'ingresso in un paese europeo in possesso di un certificato digitale?
Se i cittadini provenienti da Paesi extra UE sono cittadini di Paesi UE, prendono i certificati digitali dallo Stato di cui sono cittadini o dove risiedono. Se i cittadini appartengono a uno Stato extra UE, non essendo possibile rilasciare un certificato digitale in quello Stato, i cittadini devono presentare documenti rilasciati dalle autorità nazionali del paese extra UE.

🔹 3. Se sei in possesso di un certificato digitale europeo e viaggi da un paese nella lista rossa, sei comunque messo in quarantena quando entri in un paese dell'UE nella lista gialla o verde?
Se hai un certificato digitale che attesta la vaccinazione o il superamento della malattia, non entrare in quarantena. Se hai un certificato digitale che attesta solo l'esito negativo di un test RT PCR, sì, vai in quarantena.

🔹 4. In caso di bambini serve un certificato digitale per viaggiare?
I minori fino a 6 anni non hanno bisogno di documenti giustificativi. I bambini dai 6 ai 12 anni necessitano della prova dell'esito di un test RT PCR negativo, convalidato dal certificato digitale, ottenuto con il consenso dei genitori.

I minori di 6 anni non hanno bisogno di prove

Nel caso di minori di età compresa tra 12 e 14 anni è richiesto un certificato digitale ottenuto con il consenso dei genitori, un documento attestante la vaccinazione o l'esito di un test RT PCR negativo. Per i minori dai 14 ai 18 anni è richiesto anche il certificato digitale attestante la vaccinazione o l'esito negativo di un test RT PCR negativo, ma in questo caso non è più necessario il consenso dei genitori per ottenere il certificato digitale.

🔹 5. I cittadini devono pagare per il rilascio del certificato digitale?
Il certificato digitale è gratuitoe il tempo di generazione può variare da pochi secondi a un'ora, a seconda del numero di richieste. Quando il certificato viene generato, la persona che lo richiede viene avvisata tramite e-mail.

🔹 6. Come accedere e visualizzare il certificato digitale?
È possibile accedere e visualizzare i certificati digitali sia dall'elenco dei certificati - selezionando il certificato, sia scaricando effettivamente, in formato *pdf, il documento, che può essere stampato. Per supporto nell'emissione dei certificati o per ottenere altre informazioni sul loro utilizzo è stato attivato un Call Center al numero telefonico 021.414.44.25.

🔹 7. È possibile attraversare il confine senza possedere questi certificati?
Sì, i cittadini possono attraversare il confine anche senza questi certificati, ma nel rispetto delle regole nazionali di quarantena di ciascuno stato. Possedere il certificato digitale semplifica le procedure e accorcia i tempi per attraversare il confine. Entrando in Romania, i cittadini in possesso di certificati digitali hanno accesso al corridoio verde. In assenza di tale documento, le procedure di verifica richiedono più tempo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.