L'ipocrisia dei leader politici e il riscaldamento globale: 400 jet privati ​​sono volati a Glasgow per la COP26!

0 731

Per due settimane, tra il 31 ottobre e il 12 novembre, più di 120 leader di stato e delegazioni di circa 200 paesi, esperti di clima e attivisti ambientali parteciperanno alla COP26. Si discuterà del futuro del pianeta e di come combattere le problematiche ambientali per limitare l'aumento della temperatura media globale al di sotto di 1,5 gradi Celsius rispetto al periodo preindustriale.



Il vertice mondiale COP26 è considerato l'evento più importante dedicato al clima, organizzato dopo l'accordo di Parigi sul clima del 2015. Non è ancora molto chiaro in questo momento se ci sarà un accordo definitivo post-COP per il controllo dei cambiamenti climatici . .

La COP (Conference of the Parties) è una conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, che ha ricevuto una crescente attenzione a livello mondiale. Il vertice si tiene a Glasgow, in Scozia. Quota COP26: raggiungere un livello netto di CO2 pari a zero entro il 2050 e mantenere la possibilità di limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius.

In questo contesto, al vertice COP26 per discutere la riduzione delle emissioni di CO2, diverse delegazioni e leader di stato sono volati a Glasgow su jet privati. Non meno di 400 jet privati ​​sono atterrati in Scozia.

Almeno 52 jet privati ​​sono atterrati a Glasgow domenica. Le previsioni più prudenti suggeriscono che la flotta di jet privati ​​che ha volato per la COP26 ha generato 13000 tonnellate di emissioni di CO2, l'equivalente della quantità prodotta da più di 1600 britannici in un anno.

Tra coloro che hanno scelto di volare in jet privati, pur avendo avuto la possibilità di volare a bordo di aerei di linea, ci sono: Jeff Bezos, Principe Carlo, Angela Merkel, Emmanuel Macron e molti altri.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden da solo ha generato circa 100 tonnellate di carbonio per partecipare alla conferenza. La flotta era composta da quattro aerei, l'elicottero Marine One, a cui si è unito un enorme convoglio di auto, tra cui The Beast e numerosi SUV, informa hotnews.ro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.