Il Regno Unito aggiorna il sistema dei semafori: Spagna, Grecia e Francia restano nella lista gialla

0 389

La nuova revisione del semaforo inglese è prevista per oggi. Non sono previste modifiche alla lista gialla per Spagna, Francia e Grecia, anche se alcune destinazioni mediterranee, come la Turchia, sperano di uscire per la prima volta dalla lista rossa.



Tuttavia, la Spagna teme di essere nella lista rossa. Nell'ultimo aggiornamento, il governo britannico ha confermato la Spagna nella lista gialla, consigliando a chi vuole viaggiare di fare attenzione, vista la prevalenza del virus e delle varianti nel Paese.

Tuttavia, il notevole calo dei contagi nelle ultime settimane ha dissipato i timori che la Spagna potesse essere nella lista rossa. Lunedì ha registrato un'incidenza cumulativa a 14 giorni di 319.58 nuovi casi ogni 100.000 abitanti, mentre il 4 agosto - quando è avvenuta l'ultima revisione del “semaforo” - l'incidenza è stata di 633.07 nuovi casi.

Nel Regno Unito, l'incidenza cumulativa negli ultimi 14 giorni (AI) per 100.000 abitanti è ora di 634.75 nuovi casi, un tasso che rimane estremamente elevato. In Francia, l'IA è attualmente di 487.7 nuovi casi e in Grecia è di 421.19 nuovi casi.

La Turchia spera di essere inserita nella lista rossa per la prima volta.

La diminuzione del tasso di contagi e l'aumento del numero di persone vaccinate, nonostante i problemi riscontrati ad agosto, eliminano quasi completamente la possibilità che la Spagna raggiunga la lista rossa. In effetti, al momento, l'immunizzazione in Spagna è migliore che nel Regno Unito.

Questa è la percentuale della popolazione vaccinata con almeno una dose in Spagna, con il 76.3% della popolazione che ha ricevuto la prima dose e il 70.3% della popolazione che ha ricevuto anche la seconda dose. Pertanto, la Spagna ha immunizzato il 67.3% della sua popolazione e il Regno Unito il 61.6%.

Anche la Turchia spera di essere rimossa per la prima volta dalla lista rossa, dove è stata aggiunta a maggio. La vaccinazione sta progredendo in questa destinazione mediterranea. Secondo Our World in Data, il 42% della popolazione turca ha ricevuto il regime completo, mentre il 56% ha ricevuto almeno una dose. L'incidenza cumulativa in Turchia è di 382.46 nuovi casi in 14 giorni ogni 100.000 abitanti, un tasso rilevante, anche se simile a quello spagnolo e molto inferiore a quello britannico.

Infatti, secondo i dati di NHS Test and Trace, solo l'1.7% delle persone arrivate nel Regno Unito dalla Turchia nelle ultime tre settimane è risultato positivo al COVID-19, una proporzione che è in media e supporta la decisione. nella lista gialla.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.