Migliaia di rumeni vanno a lavorare in Germania, nel mezzo di una pandemia di coronavirus

Migliaia di rumeni vanno a lavorare in Germania, nel mezzo di una pandemia di coronavirus

1 415
Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<<per volo ritardato o cancellato. Puoi avere diritto a un massimo di € 600.

Gli ultimi giorni l'abbiamo annunciato La Germania ha bisogno di 40 lavoratori stagionali in agricoltura. La maggior parte verrà dalla Romania. Ma ci saranno anche bulgari, polacchi, a seconda dei contratti conclusi.

A causa dei divieti di viaggio, i lavoratori stagionali non possono più circolare liberamente nei paesi europei per aiutare a raccogliere le colture. L'Associazione tedesca degli agricoltori ha chiesto ai governi una soluzione attraverso la quale i lavoratori stagionali possano essere trasportati.

Migliaia di rumeni vanno a lavorare in Germania

Pertanto, Eurowings (parte del gruppo Lufthansa) ha ricevuto la missione di organizzare decine di voli charter per trasportare migliaia di lavoratori stagionali verso varie destinazioni in Germania.

Per cominciare, volerà da Iaşi (IAS), Timișoara (TSR), Sibiu (SBZ), Cluj (CLJ) e Bucarest (OTP) alle destinazioni Berlino (SXF), Düsseldorf (DUS), Colonia (CGN), Francoforte (FRA). ), Amburgo (HAM), Karlsruhe (FKB), Lipsia (LEJ) e Norimberga (NUE).

E la follia è iniziata. Oggi sono stati programmati 12 voli charter da Cluj, 2 voli di linea da Bucarest e 1 volo di linea da Sibiu. La stampa "esplose" quando vide più di 1800 persone affollate all'ingresso dell'aeroporto di Cluj.

Sebbene i voli fossero programmati tra le 13:00 e le 22:00, l'organizzatore ha trasportato tutti i lavoratori all'aeroporto contemporaneamente. Da qui e la grande corsa all'ingresso. La spaziatura sociale è stata ignorata. Chi ha organizzato la navetta dell'aeroporto ha dovuto pensarci un po 'di più.

Secondo le informazioni disponibili sulla stampa tedesca, tutti i lavoratori stagionali saranno testati da COVID-19 a destinazione, riceveranno assistenza medica, saranno messi in quarantena se necessario. Tuttavia, tutti saranno isolati per 14 giorni, ma con il diritto al lavoro. Saranno organizzati piccoli team che lavoreranno a turni. Gli alloggi saranno forniti nelle aree in cui lavoreranno.

Sicuramente queste persone sono rimaste in povertà. Iohannis non lo mandò, Orban non lo mandò, ma la Romania. Ci sono persone che vanno a lavorare frequentemente in Germania, Spagna, Italia. Possiamo condannarli per voler guadagnare una discreta quantità di denaro, specialmente in questi tempi di crisi? No, non sono quelli che hanno sciamato il paese adesso a causa della pandemia.

E ho visto molta indignazione. Non ho capito bene cosa fosse stato criticato. Il fatto che alcuni siano andati a lavorare per un centesimo in più? Il fatto che abbiano lasciato la casa? Il fatto che gli organizzatori non sapessero applicare le regole della spaziatura sociale? Come reagiresti se vedessi alcune linee con 1800 persone, distanti almeno 1.5 metri e in attesa che tu salga sull'aereo?

Commento 1
  1. […] Migliaia di rumeni vanno a lavorare in Germania, in piena pandemia di coronavirus […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.