I Paesi Bassi riconosceranno solo i certificati di vaccino COVID-19 con la dose 3 somministrata e la loro validità sarà ridotta a nove mesi!

0 1.492

Il ministro della Sanità olandese Hugo de Jonge ha annunciato che dal febbraio 2022 le autorità olandesi riconosceranno solo i certificati di vaccinazione COVID-19, che indicano che il titolare ha ricevuto la terza dose di vaccino.



Di conseguenza, ciò significa che i Paesi Bassi ridurranno la validità dei certificati di vaccinazione da 12 a 9 mesi e tutti coloro che non soddisfano questo requisito saranno tenuti a rispettare ulteriori regole di ingresso.

La decisione delle autorità olandesi di abbreviare la validità dei certificati di vaccinazione, che entrerà ufficialmente in vigore il 1° febbraio, segue la raccomandazione della Commissione Europea di creare un approccio individuale e uno standard per l'accettazione dei certificati di vaccinazione.

Sebbene non ci sia stata ancora alcuna conferma ufficiale da parte delle autorità dell'UE, Jonge ha rivelato che i rappresentanti degli Stati membri hanno concordato che chiunque desideri viaggiare verso o all'interno dell'UE dovrebbe ricevere una dose iniziale del vaccino nove mesi dopo il secondo vaccino. .

Si ritiene che coloro che non ricevono la dose di richiamo potranno viaggiare nell'UE a condizione che risultino negativi al test COVID-19.

La misura adottata dai Paesi Bassi non è unica in Europa. La Repubblica Ceca ha anche annunciato che il certificato di vaccinazione sarà valido per 9 mesi. L'Austria ha già annunciato che riconoscerà solo i certificati di vaccinazione che dimostrino che il titolare ha ricevuto l'ultima dose di vaccino negli ultimi nove mesi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.